45 giri invenduti di Fabrizio De Andrè.

de_andreNel 1967, entrai a far parte della Casa Discografica S.A.A.R. srl di Milano, che aveva ben 7 dischi a 45 giri in classifica di varie etichette francesi in distribuzione.
Il mio inizio fu un trionfo di vendite, in quanto oltre a vendere gli LP, musicassette, stereo 8, 45 giri Signal (Canzoncine per bambini) del catalogo Joker mi ero ritrovato tra le mani il successo di Antoine “Pietre”, bissato l’anno dopo  (1968) con “La tramontana”.
Appena subentrato al precedente rappresentante mi spiegarono che potevo accettare “resi” di dischi invenduti, anche di altre Case Discografiche, in misura del 30% sull’ordinato.
A Napoli c’erano 3 negozi storici IMPORTANTI, i D’Avenia.
A via Roma, 69/70, gestivano il negozio di pianoforti, strumenti musicali, accessori e dischi i “padri” dei titolari degli altri 2 negozi, uno era al Vomero, via Luca Giordano, 81, di A & M (Antonio & Mario) D’Avenia, l’altro era in via Vittorio Colonna, prolungamento di via dei Mille, gestito da altri due fratelli D’Avenia (Giovanni e Roberto).

Fatta questa doverosa premessa, racconterò come mi ritrovo alcuni dischi divenuti rari, ma invenduti in quel periodo, che accettavo come reso, sostituendo lo sconto natura, che potevo gestire a mio piacimento.
Questo pubblicato è un disco di Fabrizio De Andrè, contenente la cover del Concerto di Aranjuez, col titolo “Caro amore”, nella facciata B) “Spiritual”, autore lo stesso De Andrè, datomi come reso, perchè invenduto.
Attualmente questo disco, con copertina generica Bluebell Record, viene valutato intorno ai 10,00 €.
Ricordo che il rappresentante dell’epoca della Bluebell era l’amico – collega Franco Ciccariello, mentre il fratello Enzo copriva la carica di Ispettore. Ricordi nitidi, mai svaniti.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *