78 giri famosi: Torero canta Renato Carosone.

 

carosone1
Oggi mettendo a posto alcuni dischi a 78 giri, ho notato che alcuni ragazzi (tra i 15 e i 18 anni) osservavano curiosamente il disco che mi ritrovavo tra le mani e puntualmente è arrivata la domanda: Scusate Sig. Carlo, cos’è questo strano disco? Questa domanda mi ha fatto riflettere e di riflesso ho posto io una domanda: Non mi dite che non conoscete e non avete mai visto questo tipo di disco d’epoca; infatti la risposta, che ha destato la mia meraviglia, è stata – mai visti.
Tutto questo potrebbe sembrare strano, ma in effetti mi sono reso conto, che non è affatto strano; dove, come e quando avrebbero dovuto fare la conoscenza di questo tipo di supporto sonoro? La verità è che oggi non c’è cultura musicale, e aggiungo che nessuno fa niente per creare interesse nelle nuove generazioni per la storia della discografia.
Renato Carosone era nato a Napoli il 3 gennaio 1920 e deceduto a Roma il 20 maggio 2001. carosone3c
Fatta questa premessa, mi sento in dovere di iniziare una recensione di questi 78 giri, documentando le forme e presentandoli nella loro veste grafica-storica.
Il primo, preso a caso,  è il 78 giri “Torero” , allegro motivo cantato da Renato Carosone e il suo sestetto, inciso su dischi Pathè; nella facciata B troviamo una canzone poco nota ed esattamente “Buon Natale, amore” cantata dal contrabbassista di Renato Carosone, Piero Giorgetti.

Gli autori di entrambi i brani sono di Nisa (Nicola Salerno) e dello stesso Carosone. Il disco ha la numerazione di catalogo MG 424. Una prima stampa risale al 1957, un’altra con diverso abbinamento al 1958. Per il piacere di farlo canticchiare allego il testo:
” Torero “
Tu pierd’ ‘o suonno ‘ncoppa e giurnalette
e mammeta minaccia e patete s’arraggia
te fanno girà ‘a capa sti fumetti
guardannete ‘nd’ ‘o specchio
vuoi fare il toreador
come fanno a Santa Fe’
come fanno ad Hollywood
e cu sta scusa oj ne nu studie cchiu’
Uè Torero, te si piazzato
‘ncapo stu sombrero
dici ca si spagnolo e nun e’ overo
che  nacchere ‘nda sacca vaje a ballà
mescolando bolero cu ‘a samba e ‘o cha cha cha…torero
cu sti basette a sudamericano
cu nu sicario avano e a cammesella e picche’
Torero torero ole’.
T’ ‘e fatto ‘a giacchettella corta corta
‘e cazuncielle astritte e o ricciullillo ‘nfronte
te ride ‘a gente areta e non t’emporta
ti senti Marlon Brando che a spasso se ne va
per le vie di Santa Fe’
per le strade di Hollywood
e a ‘nnamurata toje  nun te vo cchiu’
Ue Torero te si piazzato
‘ncapo stu sombrero
dici ca si spagnolo e nun e’ overo
che nacchere ‘nda sacca vaje a ballà
mescolando bolero cu ‘a samba e ‘o cha cha cha
Torero, cu sti basette
a sudamericano
cu nu sicario avano
e a cammesella e picche’
Torero torero ole’.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *