Album fotografico sanseverinese. Personaggi D.O.C.

 

oruc1opalluotl1Domande frequenti mi vengono sottoposte dall’estero o dall’Italia settentrionale da concittadini emigrati per motivi di lavoro: che fine ha fatto il mio amico d’infanzia “Gigino ‘o ruc”?, e ‘o frate “Mario ‘o palluottele”?… e così via. Per accontentare le numerose richieste pubblico alcune foto dei fratelli Iannone: Luigi detto Giggino ‘o ruc, nomignolo affibbiatogli da ragazzo perchè emetteva, imitando, il suono gutturale dei colombi – “ruc ruc ruc” – così facendo li attirava e una volta catturati finivano in padella con patate al forno.
Il fratello Mario Iannone, detto Mario ‘o palluottele, ex operatore ecologico in pensione, veniva così chiamato, in quanto da ragazzo era tanto ghiotto di cime di rape bollite, servite a forma di palla che le ingoiava intere in un sol boccone;  questa pietanza meglio conosciuta come – ‘o mallone -, di solito la si accompagnava a pane casereccio dei giorni precedenti (quando rimaneva), patate e peperoncino piccante.

Integro questa recensione con le note famiglie di Carmine Della Guardia, meglio conosciuto come “Ninuccio ‘o pirata” e del cognato (mancato anni fa) Vincenzo Ianniello, noto capitano della Vis sanseverinese, detto “Maggiore”.maggiore

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *