Bruno Venturini biografia

Bruno Venturini biografia
Bruno Venturini. “La continuita’ del bel canto italiano nel mondo”. Fra le realta’ vocali degli ultimi 25 anni, un nome risalta spesso fra i piu’ importanti, quello di Bruno Venturini. L’artista, nei suoi 30 anni di carriera, ha avuto piu’ volte l’occasione di girare il mondo, ed e’ per questo che sono stati coniati per lui gli “slogan” piu’ svariati: da “L’ambasciatore della canzone napoletana” a “Il Marco Polo della canzone” a “The new Caruso”. Nei suoi primi 25 anni di carriera, ha venduto fino ad oggi poco meno di ottanta milioni di dischi in tutto il mondo. Siamo lieti di segnalare che nel Dicembre del 1995, il presidente della Repubblica italiana, Oscar Luigi Scalfaro, ha nominato Bruno Venturini “Grande Ufficiale della Repubblica italiana” per meriti artistici internazionali, mentre l’Accademia delle Lettere, Scienze ed Arti di Milano lo ha nominato “Accademico d’Italia Classe Nobel”. Vogliamo, ora, ricordare solo alcune importanti e significative tappe della straordinaria carriera del nostro artista : Ottobre 1983: La citta’ di Providence (USA) consegna a Venturini le chiavi d’oro della citta’ (riconoscimento conferito in passato solo al grande CARUSO). Marzo 1984: La sua tournee’ prosegue toccando Brasile, Argentina e successivamente la Cina Popolare, dove tiene ben 10 concerti, a seguito dell’invito, come primo artista del mondo occidentale, del governo di Pechino, nella persona del Presidente Deng-Xiao-Ping. Settembre 1984: 5^ tournee’ in Russia, dove riscuote grandi successi (Record mondiale di 350 concerti effettueti in URSS da un artista straniero). Novembre 1984: Registra per la parigina Antenne 2 due speciali televisivi, andati in onda nel periodo natalizio dello stesso anno. Dicembre 1984: Trionfo del suo tour in USA: riceve il Disco di Platino per le vendite dell’LP “Bruno Venturini sings Mario Lanza” e partecipa ai piu’ importanti show televisivi americani, quali il “Joe Francklyn Show”, “Good morning America”, “Johnny Carson Show”, etc…Settembre/Ottobre 1985: Effetua in trionfale tour di 40 concerti in Giappone. Citta’ in visibilio da Tokyo a Kakoshima, da Kyoto ad Osaka, con teatri e Palasport “sold out”. Disco distribuito in GiapponeLa King Record Giapponese stampa la sua Antologia della Canzone Napoletana per il mercato nipponico ed asiatico. 1986: Tour in Olanda, Svezia, Belgio, Francia, Germania, Spagna, Inghilterra, USA, Argentina, Brasile, Venezuela e Australia, ove riceve il 6° Disco d’oro per le vendite di “Solamente per amore”. Al suo rientro in Italia, Bruno Venturini riceve il 7° Disco d’oro per “L’Antologia della Canzone Napoletana”. Giugno 1988: A New York riceve il suo 7° Disco di Platino, dopo averne ricevuti ben 10 d’oro per la compilation “L’Oro di Napoli”. E’ dello stesso periodo la consegna delle chiavi della citta’ di New Haven a Venturini, dopo un concerto alla TV Canale 8 CBS Station. Fine anno 1988: Accompagnato dal M° Franco Zauli (scomparso nel 2006), Bruno Venturini presenzia e canta alle manifestazioni celebrative svoltesi in Australia. Primavera 1989: L’artista tiene per la 3^ volta un tour nella Repubblica Popolare Cinese, partecipando e vincendo il 1°Premio al Festival mondiale delle arti a Tiangjn. Settembre 1990: A Shanghai, Bruno Venturini, per il secondo anno di seguito, vince ancora il 1° Premio al Festival mondiale delle arti (presenti 20 nazioni con i loro maggiori artisti). Dicembre ’92/’93: Chiamato dal Prof. Marcel Prawy dello Staatsoper di Vienna, partecipa in Austria (a Vienna e a Linz) ai concerti di Capodanno in Mondovisione, insieme a grandi star della lirica, con la grande orchestra dell’Opera di Vienna diretta dal M° Kleibere dal M° Willy Waters, riscuotendo enormi successi di critica e di pubblico. 15 Dicembre ’94: Presso il Circolo della stampa di Milano, riceve il Disco d’oro per le vendite del suo LP “Bruno Venturini canta la Napoli di Caruso”. 25 Dicembre ’94: Partecipa, al teatro dell’Opera di Innsbruck, al concerto di Natale in Mondovisione, con le piu’ celebri voci della lirica internazionale; viene accompagnato per l’occasione dall’orchestra sinfonica della citta’ diretta dal M° Erbert Mogg dell’Opera di Monaco di Baviera. Nella circostanza, riceve il premio della critica dal giornale “Kurier” di Vienna , come l’artista piu’ gradito al pubblico austriaco (madrina della serata l’attrice Ornella Muti). Carlo Casale con Robin Gibb e Bruno Venturini negli studi RaiGiugno 1995: Bruno Venturini viene invitato dal Direttore artistico dell’Opera di Vienna, Prof.Marcel Prawy, a partecipare ai Festival di Salisburgo, Vienna e Linz, queste rassegne musicali riservate solo alle grandi star internazionali, dove riscuote enormi successi personali nel colossal concertistico “La notte della grande melodia”, nella quale presenta grandi pagine musicali italiane con arie da opera, operetta, romanze, grande canzone napoletana ed italiana, tratte dal suo nuovo album “Grandi pagine musicali”, che ha ricevuto felici consensi di vendita in tutto il mondo, e che e’ stato presentato in anteprima alla trasmissione Rai TV “Domenica in…” dal nostro artista. Aprile 1996: Dopo lo strepitoso successo del primo volume di “Grandi pagine musicali”, e’ stato pubblicato ed accolto con grande interesse il 2° volume, nel quale interpreta con sempre grande professionalita’, arie di opere liriche, romanze, temi da films, operette e grandi successi italiani. Maggio 1996: Bruno Venturini viene chiamato dalla produzione cinematografica giapponese NHK TV a sostituire Luciano Pavarotti nel film “Un bel di’ vedremo”, al fianco del soprano Raina Kabaivanska e degli attori Giuliano Gemma e Massimo Girotti. 1997: Bruno Venturini ha effettuato una serie di concerti in occasione del centenario dei concerti storici del grande Enrico Caruso, in Italia e nel mondo. Il successo artistico di questi concerti e’ positivo, ma grande e’ l’interesse vocale e culturale che il nostro artista riesce ad ottenere da parte dei piu’ qualificati critici musicali che lo accostano sempre con piu’ insistenza al grande Caruso, per le sue qualita’ vocali, per il suo temperamento, per l’espressione, per il suo calore e i colori del suo canto modulato. Di lui Franz Endler, autorevole critico musicale del Kurier di Vienna, ha detto: ” Und Bruno Venturini, als ein Sanger neaples angekundigt, der Lieder seiner Heimatstadt so sang, wie es seine Kunstkollegen Carreras und Pavarotti manchmal versuchen, aber so original nie zuweg bringen” che tradotto in lingua italiana: “Ho ascoltato dal vivo Bruno Venturini, artista immenso, dalla voce fascinosa ed espressiva, che canta le immortali canzoni di Napoli nella maniera piu’ autentica ed originale, cosa che cercano di fare i suoi colleghi Carreras e Pavarotti, ma non ci riescono”. Agosto 1998: La Rai TV, nella trasmissione condotta da Bruno Mobrici “Speciale Tg1”, gli dedica uno speciale dal titolo “Il bel canto italiano nel mondo da Caruso a Venturini”, che riscuote un elevato indice di ascolto in Italia e nel mondo, perfino su Rai International, che consacra definitivamente Bruno Venturini erede di Caruso per vocalita’, sensibilita’, napoletanita’ e temperamento. Settembre 1998: Venturini si esibisce in Canada, presso il favoloso “Paramount Wonderland Canada’s Center” di Toronto, riscuotendo uno strepitoso e acclamato successo,coronato dalla presenza ad ogni suo concerto di oltre 50.000 spettatori. La stampa canadese lo definisce “La quintessenza del tenore romantico” e ” La mitica leggenda della voce e della musica”. La Chin Radio TV International canadese registra un suo concerto al Wonderland Center, mandandolo in differita con grande indice di ascolto in Canada e negli States. Ottobre 1998: Effettua uno strepitoso tour italiano “Omaggio a Caruso” con trionfali esiti, con la grande orchestra sinfonica G. Anepeta diretta dal M°Augusto Visco. Novembre 1998: Partenza per gli Stati Uniti d’America, ove il nostro artista riceve lusinghieri consensi di critica e di pubblico per i suoi concerti. A Chicago, riceve dalle mani del Governatore dello Stato dell’Illinois, Jim Edgar, un Attestato Ufficiale di benvenuto e gli viene conferita la cittadinanza onoraria. Sempre in USA, i giornali piu’importanti ed autorevoli, come “The Times” e “USA Today”, attraverso i piu’ competenti critici musicali, definiscono Bruno Venturini “one of the great tenors of our days”, ed ancora ” Venturini with his splendid voices is over of the other famous tenors in the world”. Inoltre la critica d’arte, che in quella meravigliosa terra americana e’ stata sempre severa nei confronti di artisti stranieri, ha riconosciuto giustamente a questo grande ed irripetibile artista le sue eccezionali doti canore, definendolo “The gold of Naples” e “The New Caruso”. Cane’, Vinicio,Villari, Venturini, Romano e Casale inaugurano il Club NapoliLa Rai TV invita Venturini, ritenendolo il piu’ grande interprete dell’anima partenopea, a celebrare il centenario della nascita dell’immortale capolavoro ‘O sole mio (1898-1998). L’artista interrompe il tour americano ed accetta di cantare dalle terrazze del Grand Hotel ” Le Sirenuse” di Positano in diretta televisiva (trasmessa anche da Rai International), durante il popolare programma “La vita in diretta” condotto da Michele Cucuzza e con il collegamento via satellite di Gianfranco Agus, accompagnato dal M° Franco Zauli, le piu’ belle ed immortali canzoni d’arte napoletana: da “Marechiare” a “Torna a Surriento”, da “‘O paese d”o sole” a “Caruso”. Marzo 1999: Partecipa con successo al programma Rai 1 “Domenica in…”, ottenendo un altissimo share(indice d’ascolto) in Italia e all’estero. Aprile 1999: Viene invitato da Luciano Rispoli a TMC come ospite d’onore, per raccontare nel corso della trasmissioneTappeto volante”, gli esiti del grande successo del tour europeo. Maggio 1999. E’ protagonista, con uno special a lui dedicato dalla Rai, nel programma “La vita in diretta”, condotto da Michele Cucuzza, in occasione della festa della mamma. Luglio 1999: viene invitato dalla Provincia ed A.P.T. di Catania ad inaugurare la prestigiosa rassegna musicale siciliana “Le Ciminiere e le Stelle”, riscuotendo favorevoli consensi di pubblico e di critica. Settembre 1999: L’Ordine Nazionale Forense chiede al nostro artista di effettuare, unitamente al M° Riccardo Muti, il suo concerto “L’Oro di Napoli” presso il palazzo Reale di S. Leucio di Caserta in occasione del loro 25° Congresso Nazionale. Gennaio 2000: Luciano Rispoli gli dedica un’intera puntata del suo “Tappeto volante…Protagonisti in TV”. Nel corso della puntata Venturini ripercorre le tappe fondamentali dei suoi primi 25 anni di carriera artistica. Riceve a S.Giovanni Rotondo il “Premio Bisanum”, come migliore artista dell’anno (settore musica) e canta sulla tomba di Padre Pio, con la sua passionale e devota voce, “L’Ave Maria” elp di bruno venturini dedicato alla mamma “Mamma”, brano quest’ultimo molto caro al Santo di Pietrelcina. Febbraio 2000: In occasione del 1° centenario della nascita del poemetto di 14 strofe dedicato a Sorrento da G.B.

De Curtis(da questo poemetto verra’ poi estrapolata nel 1904 la definitiva stesura della celeberrima “Torna a Surriento”), la Rai TV sceglie Venturini per questo grande evento, dedicandogli un ampio spazio, in collegamento con Rai International, nel corso del programma “La vita in diretta” condotto da Michele Cucuzza. In questa occasione, la RaiTV festeggia sempre da Sorrento i primi 25 anni della sua carriera artistica. Il nostro artista rende omaggio ai grandi padri della canzone napoletana. Aprile 2000: E’ ospite d’onore del popolare programma Rai TV “Domenica in…”, condotto da Amadeus. Saluta il pubblico italiano con i piu’ famosi brani del suo repertorio ed annuncia la partenza per il suo tour australiano. Maggio 2000.Bruno Venturini a Sidney Effettua in Australia una serie di concerti a Sidney, Melbourne, Adelaide etc…, riscuotendo un meraviglioso successo di critica e di pubblico. Indescrivibile la massiccia affluenza durante i suoi spettacoli del pubblico australiano che prende praticamente d’assalto i botteghini. Numerose le repliche. Le radio locali, la televisione australiana e la carta stampata coralmente titolano “Bruno Venturini incanta l’Australia”. Nel corso del concerto di chiusura del tour australiano, il Ministro della Cultura Mr. Morris Jemma ed il presidente dell’Ordine Forense Australiano Nick Papallo consegnano al maestro l’attestato di benvenuto in Australia, con l’invito a ritornare presto ad esibirsi all’Opera House di Sidney. A sua volta, l’ambasciatore italiano in Australia Giovanni Castellaneta ringrazia Venturini per il messaggio culturale ed artistico profuso, attraverso il suo canto, nella terra australiana. Luglio 2000: Riceve il premio alla carriera durante lo spettacolo Rai Tv “Napoli prima e dopo”,nel quale interpreta il suo cavallo di battaglia ‘O paese d’ ‘o sole. Gli viene assegnato, durante una gran soirèe ai templi di Paestum condotta da Maria Teresa Ruta e Amedeo Goria, il “Premio Nettuno”, come miglior artista del 3° Millennio e come ambasciatore dell’Italia canora nel mondo. Il Comune e la Provincia di Caserta invitano l’artista a tenere il suo concerto “L’Oro di Napoli” nel corso della prestigiosa rassegna musicale “Leuciana Festival”, che vede come protagonisti i piu’ validi interpreti dei vari generi musicali (ricordiamo,oltre al M° venturini, la presenza di George Benson, Angelo Branduardi, Edoardo Bennato, Avion Travel ed Hevia). Agosto/Settembre 2000: Con il suo “Omaggio a Caruso” tiene una serie di trionfali concerti “popolari” nelle zone archeologiche italiane, richiamando ogni sera decine di migliaia di spettatori. Ottobre/Novembre/Dicembre 2000: Effettua un tour nei paesi dell’Est, ottenendo ovunque grandi consensi di critica e di pubblico.Carlo Casale con Bruno Venturini negli studi di Domenica in Aprile 2001: Partecipa come ospite alla popolare trasmissione “Domenica In…”, condotta da Carlo Conti ed Iva Zanicchi. La sua interpretazione dal vivo di “Tu ca nun chiagne” manda letteralmente in visibilio il pubblico del Teatro delle Vittorie, che invoca a gran voce il bis, cosa raramente accaduta in diretta televisiva. Maggio 2001: Riceve l’ambito premio “Salvatore Di Giacomo” a Sant’Agata dei due Golfi (Sorrento), come il piu’ grande e sensibile interprete del repertorio dell’illustre poeta partenopeo. Giugno 2001 : Effettua un tour in Spagna “Homanaje a Caruso” e canta a Madrid per il Re Juan Carlos, A Barcellona tiene un trionfale concerto al Teatro dell’Opera. Luglio 2001 : Durante la popolare trasmissione televisiva Rai 1 “Napoli prima e dopo”, riceve dalla Regione Campania il premio “Pulcinella d’oro” quale ambasciatore di Napoli canora nel mondo. Settembre 2001: La Provincia di Salerno, nella persona del suo Presidente Dr. Alfonso Andria, invita il nostro artista a tenere ad Angri (SA) il suo concerto “Omaggio a Caruso”(seguito da oltre 30.000 spettatori) in onore della Beatificazione del Venerabile Alfonso Maria Fusco. Ottobre 2001: Viene invitato dal Vaticano per cantare in San Pietro sull’Altare Maggiore il canto liturgico “Panis Angelicus” in onore di Sua Santita’ Giovanni Paolo II e del neo Beato Alfonso Maria Fusco, zio di sua madre Vittoria Fusco. Nella storiografia di San Pietro, questo privilegio (prima del nostro artista) era stato concesso solo al grande tenore Beniamino Gigli. Novembre 2001: Si esibisce presso lo storico Teatro di Corte della Reggia di Caserta con il suo ormai famosissimo “Omaggio a Caruso”, in memoria dei caduti di New York. Presenti all’evento autorita’ americane ed italiane ed italiane. Il concerto e’ stato trasmesso in diretta via satellite con New York da Rai International. Il nostro artista riceve in questa occasione la targa d’onore degli italo-americani degli States. Gennaio/Febbraio/Marzo 2002: Porta in Europa i concerti “Omaggio a Caruso” e “L’oro di Napoli”. Aprile 2002: Durante la sosta del tour europeo e’ ospite della trasmissione “Domenica in…”dedicando la sua performance ai caduti americani delle due torri. Giugno 2002: La stampa americana, attraverso i suoi piu’ qualificati critici musicali (Ed Bannon, Peter Harnett, Bill Dal Cerro, etc.), appartenenti alle piu’ importanti testate giornalistiche, consacrano definitivamente Bruno Venturini “Uno dei primi tenori dei giorni nostri, The new Caruso “New York Times”, “The music legend” USA Today, “L’ambasciatore nel mondo dell’anima Carusiana” etc. Agosto 2002: Bruno Venturini effettua a Napoli un suo strepitoso successo (con la grande orchestra sinfonica della Rai diretta dal M° Augusto Visco), in via Caracciolo davanti ad oltre 50.000 spettatori, riuscendo a riconciliare il grande Caruso con la sua amata citta’ dopo un secolo dall’ingiusto affronto subito dal mitico tenore partenopeo al Teatro San Carlo nel 1902. Settembre 2002: Riceve a Benevento il Premio alla carriera “Apprescindere” (Premio Toto’), quale ambasciatore della canzone napoletana nel mondo. Ricordiamo, oltre alla presenza del nostro artista, quella di Enrico Montesano, MariaGrazia Cucinotta e Luciano De Crescenzo. Ottobre 2002: Super ospite al Festival della Canzone Napoletana presentato da Iva Zanicchi per Mediaset. In tale occasione, gli viene conferito l’oscar mondiale della musica classica, l’ambito “premio Caruso 2002” con la conseguente motivazione: “Al grande tenore Bruno Venturini, che definito dalla stampa Americana “Uno dei primi tenori dei nostri giorni” e “The new Caruso”, rimane l’unico grande messaggero nel mondo dell’anima canora carusiana di questo 3° Millennio. Dicembre 2002: Viene presentato ufficialmente alla Stampa nazionale ed estera a Palazzo Reale di Napoli dall’On. Teresa Armato(Ass. Regionale al Turismo & Spettacolo) il suo nuovo lavoro discografico “Omaggio a Caruso”, che in poche settimane raggiunge i vertici delle classifiche raccogliendo numerosi consensi sul mercato nazionale ed estero. Gennaio 2003: E’ ospite d’onore nel popolare programma “Casa RAIUNO”, condotto da Massimo Giletti e Cristiano Malgioglio per promuovere il suo successo discografico “Omaggio a Caruso”. Interpreta diversi brani rigorosamente dal vivo, riscuotendo un altissimo indice di ascolto, tanto che nei giorni a seguire risultera’, da un sondaggio RAI l’artista piu’ gradito della giornata dai telespettatori. Marzo 2003: Riceve il premio “La Rosa D’oro”, come personaggio che si e’ distinto nel mondo per la sua sensibilita’ artistica. Aprile 2003: Viene invitato il giorno di Pasqua alla trasmissione RAI TV “Domenica in…”, condotta da Maria Venier. Nell’occasione canta in diretta per tutte le mamme del mondo; in particolare la sua dedica e’ per le mamme dei soldati in missione in Iraq. Un trionfale esito di ascolto e di gradimento per il nostro artista, soprattutto con l’esecuzione dell’immortale ‘O sole mio. Effettua un collegamento con “La vita in diretta” condotta da Michele Cucuzza. Il collegamento del M°Bruno Venturini viene effettuato da Napoli con la conduzione di Gianfranco Agus e la regia di Pietro Pellizzieri, nella cornice della famosa Galleria Umberto I°. Maggio 2003: Continua il trionfo discografico del suo “Omaggio a Caruso”, tanto che la trasmissione RaiTV “Uno Mattina” invita il nostro artista a raccontare e cantare alcuni brani legati alla vita del mitico Enrico Caruso. E’ da evidenziare il grande successo riscosso dalla sua partecipazione al popolare programma “Domenica in…”, tale da convincere Mara Venier e la produzione del programma a rinvitare Venturini in occasione della puntata di chiusura. Il successo e’ ancora piu’ forte, tanto che la stampa dei giorni a seguire titola: “Venturini, la voce piu’ amata dagli italiani”. Giugno/Luglio/Agosto 2003: Maree di pubblico salutano i trionfi di Bruno Venturini in tutta Italia con “L’Oro di Napoli” ed “Omaggio a Caruso” World Tour 2003. E’ da sottolineare il grande concerto di Cetara(Costa Amalfitana) dove riceve le chiavi della citta’, simbolo della cittadinanza onoraria. Settembre 2003: Ad Amalfi, canta per commemorare i caduti delle due torri di NewYork. Presenti personalita’ italiane ed americane. Un trionfo!. Ottobre 2003: Straordinario successo di critica e di pubblico per il concerto tenuto al Teatro dell’Opera di Foggia “Umberto Giordano”. Novembre 2003: Il Comune di Napoli invita il nostro artista a tenere il suo concerto “L’Oro di Napoli” presso la Galleria Umberto I° (sito mai concesso prima ad altro artista). Il massiccio afflusso di pubblico, che dichiara Venturini unico ambasciatore di Napoli nel mondo, e’ evidente. La stampa intitolera’ nei giorni a seguire: Venturini conquista Napoli. Dicembre 2003/ Gennaio 2004: Di ritorno da un’anteprima(che ha toccato Russia, Spagna, Svezia) di quello che sara’ il suo nuovo Tour mondiale 2004, viene invitato dal bravissimo Michele Cucuzza a cantare in mondovisione nuovamente in collegamento dalla citta’ simbolo della grande canzone d’arte napoletana:Napoli. Racconta ai telespettatori attraverso le sue interpretazioni canore, alcune tappe salienti della sua carriera artistica. Marzo 2004: Venturini rilascia un’importante intervista per la TV Telediocesi(Associata a RAI SAT 2000 e CTV Centro Televisivo Vaticano) da S.E.Gerardo Pierro(Arcivescovo Metropolita di Salerno per raccontare della sua carriera artistica. Maggio 2004 : Invitato dalla televisione giapponese TBS TV per la realizzazione di uno speciale televisivo tradotto in italiano come “Storia del melodramma e del bel canto italiano”. Ancora una volta la critica giornalistica asiatica “promuove” Bruno Venturini come il naturale continuatore dell’arte carusiana. Settembre/Ottobre 2004: Si riporta testualmente la critica giornalistica: L’attesissimo evento “Omaggio a Caruso, nel 1° centenario (vero) di Torna a Surriento (1904/2004)” e’ stato un vero e proprio trionfo salutato da molte decine di migliaia di spettatori letteralmente estasiati da un grandioso Bruno Venturini, che ha cantato in un modo angelico ed appassionato. Con la Cittadinanza Onoraria, Premio Caruso, champagne e fuochi pirotecnici, la citta di Nocera Superiore ha onorato il “super tenore” Bruno Venturini, vanto e gloria dell’Agro. Chiudiamo queste brevi note biografiche con alcune curiosita’: tra gli estimatori di Bruno Venturini, ricordiamo Sua Santita’ Giovanni Paolo II, Mickail Gorbaciov, il presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro, il Presidente degli USA Bill Clinton, la Principessa Alessandra di Kent, la famiglia Kennedy, S.A.S. la Principessa Grace di Monaco, il presidente della Cina Popolare Deng-Xiao-Ping, i Reali d’Inghilterra (tra cui l’indimenticabile Lady Diana, il Presidente Silvio Berlusconi, nonche’ il noto discografico salernitano Carlo Casale.

Pin It

7 thoughts on “Bruno Venturini biografia

  1. Massimiliano D'Uva 4 settembre 2008 al 10:47 -

    Gentile Sig. Carlo, abbiamo ritrovato una cassetta su cui sopra è incisa una canzone di Bruno Venturini cantata sia in inglese che in Italiano.
    Trattasi di LUNA MAIORESE.
    Alcune persone con qualche anno più di me mi hanno riferito che fu incisa su commissione dell’allora responsabile dell’Azienda di Soggiorno e Turismo di Maiori.
    Ci piacerebbe sapere qualcosa di più, magari contattando ed intervistando direttamente il Sig. Venturini.
    Nella speranza di una sua collaborazione vivamente la saluto.
    Massimiliano D’Uva

  2. Carlo Casale 4 settembre 2008 al 14:04 - Author

    Gent.mo Massimiliano, devo informarti che Bruno Venturini incise Luna Maiorese solo a 45 giri e mai su cassetta, gli autori del brano erano Salvatore Tolino e Giulio Perretta per le parole, mentre la musica era del M.ro Ferraro, lo stesso autore di Russulella cantata da Mimmo Rocco. Ti chiedo la cortesia di informarti presso l’Azienda di Soggiorno e Turismo di Maiori se sono ancora in possesso di qualche copia di questo 45 giri, al fine di poterne fare una recensione più approfondita dell’evento turistico.

  3. Carlo Casale 10 settembre 2008 al 09:18 - Author

    Caro Massimo, Bruno Venturini è nato a Pagani, lui dice che è nato nel 1945 (?), per la privacy non posso pubblicare l’esatta data di nascita, perchè l’artista non vuole.

  4. gentile Carlo Casale. Sono alla disperata ricerca del testo di LUNA MAIURESE e sarei felicissima anche di averne uno spartito musicale (sono mandolinista). Mi può aiutare? sembra introvabile. Grazie, Marta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *