Canzoni, inni e marce del ventennio fascista

Canzoni, inni e marce del ventennio fascista
Sempre più ricercati i dischi in vinile del ventennio fascista, a ruba i vecchi 78 giri con incisioni tipo ” Giovinezza”, che era l’Inno trionfale del PFN, “Faccetta nera” incisa da tantissimi cantanti d’epoca e ricercatissima nelle varie interpretazioni da molti collezionisti, disposti a pagare fior di quattrini pur di accaparrarsi qualche versione rara o inedita, lo stesso vale per ” La sagra di Giarabub ” e ” Vincere “; meno ricercate, ma sempre appetibili, le incisioni ” Ciao biondina “, ” O giovani ardenti “, ” Marcia Reale “, ” Inno a Roma “, ” Inno ufficiale dei giovani fascisti “, ” Caro papà “, ” Battaglioni M “, ” Adua “, ” Noi tireremo diritto ” e tanti altri brani del ventennio.

Severino Rota" href="/galleria.php?p=1388&i=1390" data-wpel-link="internal">Banda musicale fascista di S. Severino Rota
Anche Mercato S. Severino (S. Severino Rota) intorno al 1930 ha avuto la sua Banda, composta da Balilla ed Avanguardisti, della quale pubblichiamo una rarissima foto, scattata davanti al magazzino di vendita biciclette della notissima Ditta ” Davide Cacciatore & figlio (Enrico)”, situato in Piazza Cap. Donato Somma e di fronte alla via Principe di Carignano, in seguito divenuto distributore di carburante di Leonida, per l’appunto il benzinaio.