Centesimi in sostituzione dei fagioli.

centesimo1 centesimo caduto a fagiolo. A Natale…vale!!!
A chi non è capitato, almeno una volta nella vita, di usare l’espressione “caduto a fagiolo”?
Utilizzata per sottolineare che un evento è capitato nel momento giusto.
Questa premessa per dimostrare che gli “inutili” centesimi di euro, che tutti si rifiutano di accettare come resto, possono essere utilizzati nel periodo natalizio per coprire i numeri estratti nel gioco della tombola. Possono tranquillamente sostituire i tradizionali “fagioli” ovali, che procurano instabilità sulle cartelle, creando non poche difficoltà ai partecipanti.
L’utilizzo di detti centesimi di euro, a fine partita, possono essere riutilizzati, non perdendo il valore come moneta circolante; a dispetto dei “fagioli secchi”, che nessuno oserebbe riutilizzare per un’ottima pasta e fagioli; tenendo in conto che i fagioli borlotti costano mediamente 2,00 € al kg.

Altro vantaggio è quello di ritrovare qualche pezzo “raro” sconosciuto a molti, tipo il centesimo con l’immagine sul front della Torre Antonelliana del 2,00 €, attualmente valutato intorno a 2500 € se nuovo.
Una manna dal cielo per i collezionisti che non riusciranno MAI ad accaparrare centesimi di nazioni come la Slovenia, San Marino, Città del Vaticano, Malta, Portogallo etc.; a queste aggiungi il ritrovamento di monete similari, valide da collezionare, tipo 1 santims (2003) della Repubblica di Lettonia, riconoscibile per la dimensione leggermente inferiore al centesimo europeo.  Dal 2014 hanno coniato l’euro.(vedi foto).centesimi

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *