Collezionisti e consumatori di musica.

poohE’ lecito differenziare chi ascolta musica da chi la colleziona.
I primi godono nell’ascoltare musica di loro gradimento, i secondi ne desiderano il possesso, anche senza mai ascoltare questo o quel cantante.
Stranezze per la maggior parte degli appassionati di musica, non è da considerare tale per il collezionista “incallito” di musica in vinile.
Farò qualche esempio, mostrando supporti in CD, registrati e scaricati da you tube, al solo scopo di ascoltare in auto i successi del cantante o complesso preferito.
Definiti col termine FAC – SIMILE.
Bestemmia per il collezionista che non ne accetterebbe neanche il possesso gratuito di tali CD “copiati” per l’occasione, indipendentemente dal costo esiguo.

Vi mostro un CD quadruplo de I POOH, probabilmente MAI pubblicato ufficialmente, ma soddisfacente per l’uso e getta; l’altro, invece, è la copia del triplo originale di Antonello Venditti, pubblicato dalla RCA (Sony/BMG) nel 2007.venditti
Tale operazione (copia) portava un notevole risparmio, oltre alla possibilità di ascoltare i successi del cantante preferito, che mai ti saresti potuto permettere, per mancanza di liquidità.
Potrei concludere con la famosa frase: “Chi si accontenta gode”.
Meditando, non approvando: Meglio accontentarsi di quello che si possiede, godendone subito, che aspirare a qualcosa di più, con il rischio di non goderne mai e di restare delusi.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *