Come vincere al lotto

Antonio Grimaldi, titolare della più antica Ricevitoria di M.S.SeverinoPremettendo che il gioco non ha mai arricchito nessuno, anzi in molteplici casi ha distrutto persone e intere famiglie, desidero suggerire agli amanti della cabala un metodo per evitare di perdere molto al gioco del lotto, tentando di vincere piccole somme e continuare a “divertirsi” senza ammalarsi o dissanguarsi economicamente parlando. Per prima cosa dovete sapere che un ambo o un terno perso quell’unica volta che per svariati motivi non lo avete giocato ed è stato estratto, non rappresenta un’eccezione, ma una “regola”. Infatti non esiste nelle statistiche dei giocatori del lotto una sola persona che non ha perso l’ambo, il terno e persino la quaterna, quella stramaledetta volta che per dimenticanza, per ritardo o per aver deciso di cambiare i soliti numeri non sia stato beffato dalla Dea bendata. Rappresenta una “regola” anche l’estrazione di un numero in più o in meno a quello che avete giocato, mandandovi su tutte le furie, per la mancata realizzazione di un terno o di una quaterna. Se cominciate a raccontare di quella volta che…ad un giocatore di lotto, quest’ultimo ve ne racconterà tante da pubblicarle a dispense settimanali.

Detto questo, preciso subito che io non suggerirò mai numeri da giocare, ma semplicemente accorgimenti di gioco. Prendiamo in esame un terno (1/2/3) semplificando con un esempio: somma mediamente giocata dagli appassionati del lotto 10 €, così divisi: 5 € per Napoli e 5 € per tutte. Il 90% dei giocatori evitano la posta sull’ambo, con la fatidica frase: “Io o piglie buono o nun piglie niente”; e quasi sempre “nun se piglia niente”. Ora tentiamo di prendere qualcosina, giocando gli stessi 10 € in modo diverso. Per prima cosa sviluppiamo i biglietti in ambi: (1/2) – (1/3) – (2/3), puntando 1 € per Napoli ed 1 € per tutte, pari a 6 €; ora rimangono disponibili 4 €, che vanno così distribuiti: (1/2/3) 1 € sul terno per Napoli e 3 € sul terno per tutte; totale speso € 10,00. Ora tutti vorranno sapere così facendo quanto si vincerà nel caso di estrazione di un ambo e quanto nel caso dovesse uscire un terno.
Presto detto:
Ambo secco sulla ruota di Napoli € 235,00 netto.
Ambo su tutte le ruote € 23,50 netto.
Terno secco su Napoli € 4.230,00 netto.
Terno su tutte le ruote € 1.269,00 netto.
Questo tipo di scommessa non è consigliato per quelli che dicono: ” Cu l’ambo nun m’allecco manche ‘e baffe”, ma è suggerito per quelli che s’accontentano dichiarando: “Me faccio ddoje jucate senza caccià sorde” o per quelli che si consolano affermando: “meglio cheste ‘ca niente; me vaco a mangià ‘na pizza e ‘na birra cu muglierema”. Nella foto in alto vediamo Don Antonio Grimaldi, titolare da 52 anni, della più antica Ricevitoria del lotto di Mercato S. Severino; iniziò a lavorare nel bancolotto di Cividale del Friuli (Udine) nel 1955.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *