Le Spintrie – Curiosità numismatiche.

Monete romaneDesidero precisare che tutto quello che andrò a descrivere non è da interpretare come “volgare” pornografia, ma solo far conoscere “strane” monete antiche.
Le Spintrie sono delle monete metalliche , meglio conosciute come “tessere romane” sulle quali sono raffigurate scene di incontri amorosi sul dritto, mentre al rovescio sono impresse valori a numeri romani, contornati da una corona di alloro.
La forma è circolare con un diametro di 20 millimetri ed uno spessore di 3 millimetri.
Da ricerche e studi effettuati si è giunti a diverse conclusioni; alcuni asseriscono che dette monete non venivano usate come moneta corrente presso i romani, altri ne attribuiscono la coniazione per ridicolizzare i gusti di Tiberio, oppure per le feste dedicate a Venere e per le feste orgiastiche dei Saturali.
Incerta l’attribuzione, infatti, sono molti quelli che sostengono  che la coniazione sia avvenuta sotto l’Imperatore Tiberio Claudio Nerone, successo ad Augusto nel 14 dopo Cristo, il quale esasperato per l’ostilità dei romani nel 27 d.C. si ritirò a Capri, da dove continuò a curare gli interessi dell’Impero.
Proprio a Capri, Tiberio fece adornare le stanze da letto con affreschi raffiguranti scene pornografiche; inoltre fece incidere sigilli, placchette, monete (come quelle descritte), con soggetti a tema riferiti al sesso e agli incontri amorosi.

Quanto descritto non è leggenda, poichè la conferma è data dal fatto che a Capri si trovano ancora oggi tracce evidenti dei suoi mostruosi piaceri.
Ulteriore conferma la si trova negli scritti di Svetonio, erudito e biografo latino, segretario ab epistulis alla corte di Adriano.
Tali monete vengono “ritrovate” prevalentemente a Capri, e non è condivisibile la tesi di qualche studioso che vorrebbe attribuirle all’epoca delle Feste Florali (note anche per particolare licenziosità), in quanto furono istituite nel 241 a.C. e si svolgevano nel Circo Massimo.
Concludo con l’ultima ipotesi che alcuni attribuiscono a queste “spintrie”, affermando che la loro coniazione serviva per particolari ingressi in luoghi di piacere.
Ricercatissime dagli appassionati collezionisti di “curiosità numismatiche”.
Ne sono state catalogate finora circa trenta soggetti diversi.
Il loro valore attuale varia dai 50,00 € per soggetto originale.
Diffidare di confezioni contenenti svariati soggetti e venduti a prezzi da “truffa”.Spintrie-dubbio

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *