Dal “Buttafuori” a “Gran Gala”

Sergio Magri (sax) con la cantante dilettante Mirella Lorenzi.Luciano Rispoli, romano, 50 anni fa iniziò come presentatore del Buttafuori, un programma che selezionava dilettanti da far esordire nel programma di Delia Scala “Gran Gala”. Si racconta che: nello studio di via Asiago, alla fine della registrazione di una delle ultime trasmissioni di “Gran Gala”, Delia Scala si vide avvicinare da un bel giovanotto con la cravatta rossa, timido e imbarazzato e il fotografo di studio la invitò a farsi fotografare sola con l’altro presentatore. Quale presentatore? – domandò – Luciano Rispoli ancora più imbarazzato si fece avanti e la risposta fu: “Quello del Buttafuori”! Questa trasmissione ebbe un enorme successo, selezionando in ogni provincia d’Italia tantissimi dilettanti ad opera di Radiosquadre e Telesquadre.


Alcuni partecipanti intrapresero l’attività di cantanti o di attori, come Sergio Magri, sassofonista e leader del complesso “Rio” di Padova, che si esibì ad Este, con un pezzo da lui composto; più tardi lo ritroveremo ne “I Delfini”, formatisi nel 1961 e con loro fino al 1966, quando decise di smettere con la musica e sostituito nel gruppo da Giorgio Castellani nel 1967. Con Sergio Magri si esibì come cantante Mirella Lorenzi che cantò “Guarda che luna”; in seguito incise per la Universal International Musica un 45 giri che riportava nella facciata A “Quella musica” e nella facciata B “Quelle Hawaii” (disco raro). Come aspirante attore vinse Alberto Terrani, con la lettura di un brano di Garcia Lorca. Ricordiamo la partecipazione ad Ariano Irpino di uno degli otto fratelli di Aurelio Fierro, incoraggiato dallo stesso, cantò guarda caso, “Lazzarella”. Il Buttafuori toccò trentasette province, ricordiamone alcune: Cento (Ferrara), Ariano Irpino (Avellino), Castrovillari (Cosenza), Este (Padova), Desenzano sul Garda (Brescia), Vigevano (Pavia), Tarquinia (Viterbo) e poi Palmi, Acireale, Rovereto, Cividale, Termini Imerese etc.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *