Desidero diventare collezionista

 

 

Carlo mostra le sue palle

Desidero diventare un collezionista, mi puoi suggerire qualcosa ? . Questa è la domanda che spesso e volentieri mi viene rivolta da visitatori del mio blog; la risposta è semplice, si diventa collezionisti per le cose che più attirano la tua attenzione giornaliera, a volte si diventa collezionista di determinate cose per combinazione, ad esempio un regalo particolare ricevuto da una persona per la quale c’è una determinata predisposizione affettiva. Ho già raccontato tempo fa come io diventai collezionista di snowballs ( palle di vetro con la neve ). Ero andato in gita a Pompei e con i pochi soldi che mi potevo permettere dispendere, comprai questa sfera “magica” contenente all’interno la Madonna del Rosario, per regalarla ad una zia ( Rosalia ), che per me era come una seconda madre, molto devota alla Vergine del Rosario di Pompei. Al ritorno, nello scendere dal treno, una volta giunto alla stazione di Mercato S. Severino, fui beccato sulla mano recante la sfera, da una gallina che fuoriusciva con la testa, dalla cesta di una contadina in procinto di salire sullo stesso convoglio; a quel punto, lasciai cadere la sfera che irrimediabilmente si frantumò; grande fu la delusione, ma altrettanto grande fu la voglia di collezionarle una volta divenuto adulto, spinto dal desiderio di possesso di quelle sfere che io ho sempre definite ” Magiche “; come potete facilmente intuire, questo mio hobby è nato proprio per una rottura di p…. A volte si diventa collezionisti di cose o per cose che sembrano inarrivabili e questo è il mio caso per le magliette dei calciatori.

Da giovane,andavo a vedere le partite del Napoli, la mia squadra del cuore e la cosa che più mi creava inquietudine era la scena del lancio delle magliette da parte dei calciatori a fine partita; notavo nell’accaparratore del trofeo, dopo una strenua lotta con altri tifosi, il godimento, la gioia, la soddisfazione di possedere la maglia originale, sudata, del proprio beniamino; ebbene questo fatto mi creava un turbamento psicologico, che concentrava i miei pensieri sul come riuscire anch’io, un giorno, ad entrare in possesso di questo oggetto del desiderio ( calcistico ovviamente )e giustificavo tale esasperazione mentale, dichiarando: ” E’ per far contento mio figlio !”, al quale, per la verità, non gliene fregava più di tanto. Riuscii caparbiamente anche in questo, escogitando piani che rasentavano la follia.

Bocchetti regala la sua maglia a Carlo

Bocchetti regala la sua maglia a Carlo

Desiderare e far proprio un oggetto da collezione richiede tanti sacrifici, tanta passione, tanta costanza e forza di volontà; se queste prerogative sono presenti negli aspiranti collezionisti…bene, altrimenti, come diceva Nino Taranto a Totò in ” Miseria e nobiltà ” …desisti.

Fabio Cannavaro dona la sua maglia a Carla Casale

Fabio Cannavaro dona la sua maglia a Carla Casale

 

 

 

 

Pin It

One thought on “Desidero diventare collezionista

  1. Sono d’accordo con quello che dici, io per esempio ho comiciato qualche collezione ma poi ho desistito, ho capito che non avevo la costanza necessaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *