DISCHI RARI Vol.6

Dischi rari Vol.6
Premetto e preciso che questa compilation, assemblata per uso strettamente personale, non è in vendita. Il solo scopo è quello di poter recensire i brani, descrivendone il periodo e genere musicale.
Il primo brano “Trenta chili” cantato dal Leone Di Lernia è un simpatico e goffo tentativo di rifare il verso in dialetto pugliese al Re del rock’ ‘n roll Little Richard; il secondo brano “Balla balla” de “I 4 Teschio” è il retro di “Mai più ti lascerò” uno dei vinili più ricercati del beat italiano, pubblicato su etichetta Robinson Record RR 13; la nascita di questo gruppo di Caorle in provincia di Venezia risale al 1964, inizialmente col nome “I 4 del Teschio”, in seguito “I 4 Teschio” con l’uscita dal gruppo dei due chitarristi Valerio Basso e Paolo Zamarian; a questi subentrò il tastierista Luciano Baffi.
Nel 1965 la formazione era così composta: Pino Ballarin (chitarra), Giovanni Milan (basso), Gino Valente (batteria) poi sostituito da Mario Palamin e il già citato Luciano Baffi (tastiere). Una curiosità riguardante questo gruppo, arrivarono secondi al concorso di Rapallo, indetto dalla Davoli, dietro i New Trolls. Nel 1967 furono costretti a cambiare nome in “Gli Hippies”, in quanto non accettavano il termine “teschio” nei concorsi musicali. Il terzo brano “Tam tam” eseguito da “The Rogers” è un’ottima cover di “Come together” dei Beatles. Il quarto brano è una sigla di cartoni animati, canzoncina senza alcuna pretesa di successo, ma la cosa che desta curiosità è l’interprete: Vito Russo, leader di un gruppo degli anni ’60 nel quale militavano Mario Musella e James Senese, in seguito The Showmen. Il quinto brano è la famosa canzone portata al successo da Ray Charles: Georgia on my mind, questa versione è tratta da un 78 giri Decca del 1941 interpretata dalla emozionante voce di Mildred Bailey, artista di colore, mancata a soli 44 anni (1907/1951), lo aveva già inciso anche 10 anni prima (24 novembre 1931). Di questa grandissima artista sono alla ricerca del 78 giri “Rockin Chair”, pensate che lo ascolto da un CD anche 2 volte al giorno, è impressionante quanto è bello. Il sesto brano “Simona” è stato inciso nel 1981 dal plurilaureato casertano Giuseppe Cirillo.

Il settimo brano “Per te” , prodotto da Mario Tessuto fu inciso da Boris, un’artista prematuramente scomparso. Franco Tortora con questo brano e cioè “Aspetterò”, inciso nel 1977  con l’etichetta YEP ci regala la sua perfetta estensione vocale. E’ dello stesso anno questa bellissima canzone “Come pane fresco” cantata da Beppe Cantarelli; in quel periodo Beppe era molto legato, discograficamente parlando, alla SAAR srl di Milano, infatti questo 45 giri fu pubblicato su etichetta Harmony, distribuito dalla Casa discografica milanese. Aldo Attuali interpreta un famoso successo orchestrale di Billy Vaughn “Sail along silvery moon”, in versione cantata, intitolata “Alla luna” per la piccola etichetta discografica Phonocolor (specializzata nelle cover). L’undicesima incisione “La calda estate” è la facciata B di un 45 giri inciso da Roberto & I Clippers; la facciata A era “Grazie Margherita”. La dodicesima canzone “Arrivederci” di Umberto Bindi, incisa da Mina, da Don Marino Barreto Jr. nel 1960, dal grande Nicola Arigliano e da centinaia di grandi artisti, qui l’ho inserita cantata dal compianto Mario Musella (una vera chicca). La tredicesima è un brano bellissimo, inviatomi da un caro amico, il quale aveva notato che nella discografia completa di Bruno Martino da me pubblicata, non avevo inserito “Inconfutabilmente mia”, in quanto non la possedevo, e ora colmo quel vuoto inserendola in questa raccolta. Tutti conosciamo la famosa canzone di Peppino De Filippo “Paese mio”, che fungeva da sigla finale in una serie televisiva di commedie dello stesso attore, ora ho trovato questo brano cantato dal nostro conterraneo campano (casertano) Mario Tessuto. Il quindicesimo brano è  “Vivi la tua vita” di un giovanissimo Paolo Dany (Brasola/El Dany/Zio Dany) & I Cobras. I Roll’s 33 incisero  “Principessa” (Land of 1000 dances di Wilson Pickett)  nel 1966 su dischi CBS, in quel gruppo militava il mio amico Tony Coclite, in seguito con “I Romans”. Il diciassettesimo brano è “Lisa de los ojos azules”, versione spagnola del grande successo di Mario Tessuto, cantato da Cesar Costa. Tony Arden, cantante di cover per piccole etichette, incise questa versione di 4 marzo 43, da non confondere con la cantante Toni Arden, nome d’arte di Antoinette Ardizzone, famosissima interprete del tango argentino “Kiss of fire”. Il penultimo brano “Siente” è la versione cover di Feelings, successo mondiale di Morris Albert, cantata in napoletano da Fred Bongusto. Concludo con “Anima mia” il successo de “I Cugini di Campagna” nella singolare interpretazione di Ricky Shaine.

Pin It

One thought on “DISCHI RARI Vol.6

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *