Gemelli diversi 5.

5° elenco cover gemelli diversiQuesto 5° elenco di cover comprende la versione degli Scaffold “Lily the pink” incisa dall’Ing. Antoine col titolo “La sbornia”; un’altra bella versione è quella incisa dalla portoghese Amalia Rodrigues, inutile dire che a queste più note, come sempre , se ne aggiungeranno tantissime altre. “Lily the pink” in realtà era una canzone folk “La ballata di Lydia Pinkham”. La versione degli Scaffold rimase per ben quattro settimane in classifica nelle hit inglesi, esattamente dai primi di dicembre fino alla fine dello stesso mese del 1968. Antoine incise il brano per la Vogue francese NP 87002, nel retro del 45 giri “Mi piacerebbe”. Ricordiamo che Antoine nel 1967 con “Pietre” in coppia con Gian Pieretti (Vedette) e nel 1968 con “La tramontana” in coppia con Gianni Pettenati frantumò ogni record di vendite, risultando anche l’artista più gradito dal pubblico. Carlo Casale con Orietta Berti a Domenica inNon risultò così nel 1969 col brano “Cosa hai messo nel caffè”, che pure in seguito ottenne tantissime cover. La coppia Mogol (Giulio Rapetti) Battisti compongono per l’emergente Ragazza 77, pseudonimo di Ambra Borelli, il brano “Il paradiso della vita”, ma il disco non ottiene un successo immediato; ripreso più tardi dagli Amen Corner col titolo “(Paradise is) Half as nice” raggiunge in breve tempo la vetta della hit inglese, fu allora che Patty Pravo e la RCA decidono di farle interpretare questo brano, col nuovo titolo “Il paradiso”; Il risultato è strepitoso, tantè che Patty Pravo più tardi inciderà un’altra cover di P.P.Arnold “The time has come” diventata “Se perdo te”.David Mc Williams copertina originale Frank Sinatra ha come cavallo di battaglia “Strangers in the night” ed al secondo posto “My way”, che è in realtà una canzone francese “Comme d’abitude” di Claude Francoise.

In inglese fu tradotta dal famosissimo Paul Anka che pur incidendola non ottenne dei riscontri positivi, ma la cosa curiosa è che in italiano la traduzione fu affidata negli anni ’60 ad uno sconosciuto Prof. Roberto Vecchoni, agli inizi della sua carriera. Peppino Di Capri non poteva farsi mancare un pezzo dei Beatles e scelse “Girl”, ovviamente lasciando il titolo inglese inalterato. Carlo e Bobby Solo negli anni ‘80 nel negozio Co.Ca.inRichard Anthony canta in francese “Ce monde” traducendo “Il mondo” di Jimmy Fontana (RCA) e Michele (RCA) incide in italiano “Ti senti sola stasera”, la meravigliosa “Are you lonesome tonight” di Elvis Presley (RCA). La già citata Ragazza 77 (Ambra Borelli) segue la moda beat dell’epoca ed incide “Il beat…cos’è” del già ascoltatissimo “The Beat goes on” del duo Sonny & Cher. Copiatissimo il disco dei Crispian St.Peters “The pied piper” col quale la Fonitcover del disco di Bob Lind Cheryl’s going home. Cetra lancia Gianni Pettenati a Bandiera Gialla e con l’omonimo titolo la fanno loro Le Pecore Nere. Infine “And I love her” dei Beatles diventa al femminile “And I love him” per Esther Phillips e “La tua voce” per Don Backy. Questo brano diventa la base per tutte le orchestre da night in quanto pur essendo un lento molto dolce si adatta benissimo alla sola versione orchestrale.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *