Gianni Rock

gianni rock

Tanti come me ultrasessantenni ricordano Emilio Campassi per il brano “Lassù qualcuno mi ama” che segnò la storia di un altro grande della musica leggera italiana: Gianni Rock, ragazzino tredicenne che incideva all’epoca per la storica casa discografica Zeus Record, ebbene questo scugnizzo dalla voce infantile ma molto intonata, il cui vero nome era Gianni Calone, diventerà l’anno dopo “Massimo Ranieri”.
Fu il maestro Gianni Aterrano, autore con Amendola (paroliere anche del grande Peppino Gagliardi) di tutti i primi brani cantati da Gianni Rock ad inserirlo negli spettacoli come supporter a Sergio Bruni e con il tramite di Aura D’Angelo fu presentato al maestro Enrico Polito (futuro cognato di Franco Colavolpe Agente della RI.FI.

Record), all’epoca facente parte dello staff CGD distribuita dalle Messaggerie Musicali.
Quello fu il punto di partenza della nascita di una nuova star mondiale: Massimo Ranieri.
Per i cultori e collezionisti si porta a conoscenza che i primi 4 dischi a 45 giri incisi da Gianni Rock per la Zeus Record negli anni ‘ 60 sono ora riproposti in un CD contenente i primi 8 brani dalla casa madre e cioè la Zeus Record srl di Napoli col titolo Massimo Ranieri “Le origini”. Gianni Rock prima di diventare Massimo Ranieri anni ’60.

Pin It

One thought on “Gianni Rock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *