I 5 di Lucca

LP raro RCA de "I 5 di Lucca"Questo che vi sottopongo è un LP molto raro, quasi sconosciuto della prima formazione de “I 5 di Lucca”. Gruppo formatosi nel 1957 dall’incontro dei fratelli Vito Tommaso (pianista) ed il fratello Giovanni Tommaso (bassista) con altri 3 giovani musicisti lucchesi; il batterista Giampiero Giusti (cognato di Giovanni), il chitarrista Gaetano Mariani e Antonello Vannucchi (tastierista-vibrafonista). La loro musica era di tendenza jazzistica, infatti, ottennero il loro primo contratto discografico con la RCA, dopo la partecipazione al Festival del Jazz di Sanremo del 1959. Incisero i primi 45 giri adeguando la loro musica alle tendenze del periodo, che niente in comune avevano col genere musicale che loro desideravano esprimere.

Il primo disco a 45 giri RCA Italiana N 0967 – A) Mustafà cha cha – B) Lo svanito è del 1959; seguirà l’anno dopo l’incisione del 2° disco a 45 giri: RCA Italiana N 0976 – A) Baby doll – B) Something gotta give e nello stesso anno (1960) il 3° disco a 45 giri: RCA Italiana N 1090 – A) Carnival in Grenada – B) La luna.

Nel 1960 abbandonò il gruppo il chitarrista Gaetano Mariani e divennero così “I Quattro di Lucca”, pubblicando sempre per la RCA Italiana 2 LP: nel 1963 PML 10328 “I Quattro Di Lucca” A “La Capannina” e nel 1964 PML 10361 4 Quartetto – Quartetto di Lucca. Di li a poco il gruppo si sciolse (1965) e ognuno di loro si aggregò ad altre formazioni o ne fondò altre, ad esempio Giovanni Tommaso formò il “Perigeo”, pubblicando l’album di successo “Azimut” nel 1972, sempre per la RCA. Vito Tommaso continuò realizzando tutte le sigle dei cartoni animati giapponesi, ora ripubblicate in CD “Le sigle di Papà”, contenenti i vari Jet Robot, Sally la maga, Space robot etc.. Antonello Vannucchi al pianoforte, ha formato un apprezzatissimo quartetto Jazz, avvalendosi di quattro grandi jazzisti: Max D’Avola al sax, , Elio Tatti al contrabbasso e Giampaolo Ascolese alla batteria.
Antonello Vannucchi nel 1965, dopo la divisione del gruppo, entrò a far parte dell’Orchestra della Rai di Roma ed oggi è uno dei più apprezzati pianisti Jazz. Giampiero Giusti pur rimanendo legato alla musica jazz, scelse di entrare in attività industriali fiorentine. Ritornando a questo rarissimo LP de “I 5 Di Lucca” elenco i brani contenuti nell’album RCA LPM 10084:
Facciata A: 1) Mustafà cha cha 2) Pretty Blue Eyes 3) The Swinging Preacher 4) Rubo un gioiello al cielo 5) La luna 6) Baby Doll
Facciata B: 1) Mary Ann 2) Lo Svanito 3) Let The Good Times Roll 4) Carnival iIn Grenada 5) Shimmy Shimmy Ko-Ko-Bop 6) Something Gotta Give. Raro il disco a 45 giri Ariston 022, inciso dal “Quartetto di Lucca” nel 1965: A) Lo sai domani che faremo (cover di surfin’ USA dei Beach Boys) B) Adesso non ci stò. Grazie a Ciccio Mastroianni per la gentile collaborazione.

Pin It

One thought on “I 5 di Lucca

  1. Ciao Carlo, ti vorrei porre due domande su un brano dei 5 di Lucca:
    3) The Swinging Preacher

    ti risulta che sia la “The Preacher” di Horace Silver ?
    e chi potrebbe essere il “Caran” coautore o arrangiatore che appare spesso insieme
    a Vannucchi ?

    ti ringrazio anticipatamente e ti faccio i complimenti per il sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *