I Barritas

Cover del 45 giri dei Barritas
I Barritas è un gruppo musicale sardo che nel 1967 incide per la Bluebell Records la versione italiana di Gimme little sign cantata da Brenton Wood col titolo “Se io ti regalo un fiore”. Molte curiosità su questo disco: 1) l’incisione dei Barritas era stata pubblicata in Italia prima dell’uscita della versione originale, ma Brenton Wood li oscurò ben presto; 2) Una seconda versione fu incisa dai Four Kents, ottenendo anch’essi un notevole successo; 3) Il gruppo dei Barritas, fondato nel 1962, da Benito Urgu, che da solista, parodiando il brano “Je t’aime moi non plus” cantato da Jane Birkin & Serge Gainsbourg, incise il 45 giri, per l’etichetta Derby, distribuita dalle Messaggerie Musicali di Milano, “Sexy Fonni”, ottenendo un notevole successo di vendite; 4) Benito Urgu attualmente è diventato un bravo attore cabarettista cantante; 5) Fonni è il paese d’origine di Benito Urgu; 6) Serge Gainsbourg incise la prima versione di “Je t’aime moi non plus” con Brigitte Bardot, che pentitasi non ne autorizzò la pubblicazione; 7) La Philips, ottenuto il placet dell’attrice, pubblicò il brano, quasi dimenticato nel 1986; 8 ) La prima cover italiana, dal titolo “Ti amo…ed io di più”, fu interpretata da due mostri sacri del teatro italiano e cioè : Giorgio Albertazzi ed Anna Proclemer, su etichetta Broadway international, nel retro un brano di Ennio Morricone.

Questo e tanto altro ancora in visione alla prima fiera mercato del disco, che si terrà il 3 e 4 Maggio a Mercato S. Severino nel Monumentale Palazzo Vanvitelliano.

Pin It

5 thoughts on “I Barritas

  1. Questo sito è straordinario! Però devo correggere una piccola imprecisione: Benito Urgu non è di Fonni (prov. di Nuoro) ma di S. Giusta (prov. di Oristano). Incise infatti successivamente anche “Love in S.Giusta”.

  2. benito urgu è ancora oggi il comico cantante + amato dai sardi sopratutto gli emigrati sparsi per il mondo. èun grande

  3. Ho conosciuto dalla trasmissione ” i migliori anni” Benito Urgu, ho apprezzato molto le sue performance durante il ciclo della trasmissione, ne sono rimasto contento. Grazie Benito.

  4. un caro saluto da lello maiore di oristano,mi dispiace tanto per francesco salis,un saluto a tutti,in particolare al biondo Antonio Salis, e nello cocco,vi ricordo sempre,sono quello che imitava Franco Franchi,e scoppiavate dalle risate ci siamo rivisti a Roma al capriccio dove suonavate.
    Benito sei sempre il solito ti riccordi io Franco Franchi tu Totò. (Grande) spero stiate tutti bene.

  5. i barritas li ho conosciuti personalmente quando erano insala dincisione alla dirmaphon con il maestro gionbini forse si ricorderanno il pezzo che hanno ripetuto per ben 23volte comunque sono sempre bravi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *