L’emozione, e la nostalgia in musica.

sedakaMi capita spesso di emozionarmi alla sola vista di un disco a 45 giri, oggetto “misterioso” per le nuove generazioni. Mi commuovo, e rido alle curiose domande dei miei nipotini.
– Nonno, come mai piangi alla vista di questo cerchio nero? Puzza di cipolla?
– Nooo… e ridacchio. – Voi vedete solo un oggetto rotondo nero, io vedo cose a voi “invisibili”.
Inizio a raccontare: – Il nonno, in questo oggetto di plastica nero, vede tantissime immagini del passato, pensate che ne ascolto i suoni e le voci.
– Come è possibile? Ci prendi in giro?. – No !!! E’ la magia della musica.
– Allora, raccontaci cosa vedi.

Vedo Salerno, un mare calmo, un chiosco-bar sulla lungomare, un Juke box a cupola, illuminato da tantissime lucine in movimento; in lontananza una ragazza bellissima, che bisbiglia qualcosa all’amica che le sta accanto.
Il mio cuore va a mille; mi piace, mi tremano le gambe man mano che si avvicina; un sorriso e i suoi occhi incrociano i miei.
Una monetina da 50 lire inserita in quella splendida macchina sonora mi viene in aiuto.
La voce di Neil Sedaka intona “La notte è fatta per amare”, attirando l’attenzione della ragazza che tanto faceva palpitare il mio cuore.
– Nonno!!! Poi l’hai incontrata di nuovo? – Si !!! Tutti i giorni, da 54 anni…sempre.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *