Manolo Escobar cantante-attore

Canzoni tratte dal film "En un lugar de la manga"Manolo Escobar quinto di dieci figli di Antonio Garcia e Maria del Carmen Escobar, alla quale ha dedicato la canzone Madrecita María del Carmen. Suo padre, di origini contadine, abbandonò la tradizione agricola di famiglia per dedicarsi alla cultura. Fatale l’incontro con un maestro repubblicano in pensione, che gli diede ospitalità ed istruzione per lui e i fratelli, compreso l’insegnamento della musica. Fu così che Manolo iniziò lo studio del pianoforte. A 14 anni emigrò con i suoi fratelli a Barcellona, dove lavorò come apprendista in vari mestieri. Iniziò nel mondo dello spettacolo da Badalona (Barcellona) e Barcellona Chinatown come “Gruppo Manolo Escobar e le sue chitarre”, comprendendo i fratelli Salvatore e Baldomero. Appena il gruppo iniziò ad avere un discreto successo, fece subentrare un altro fratello, Juan Gabriel, che insieme a José María divennero i cantanti solisti del complesso. Nel 1962 diventò una celebrità, sia per l’interpretazione delle canzoni del maestro Solano, che per il debutto come attore nel film girato a Arcos de la Frontera (Cadice): “Guerriglieri”. Durante la sua permanenza di tre mesi in Germania conobbe Anita Marx nella sala “Fiesta” a Platja d’Aropur, e pur non parlando la lingua l’uno dell’altro se ne innamorò e la sposò a Colonia (Germania). Insieme da 60 anni, genitori di Vanessa, figlia adottiva, Manolo le dedicò la canzone “Il mio piccolo fiore”. Tale fu il successo dell’artista nel suo genere, che anche dopo il 1965 (quando questo genere musicale iniziò a calare) portò il numero di vendite record e fu uno dei pochi artisti dello spettacolo che riuscì a mantenere inalterato il successo proprio in quei giorni difficili per la canzone spagnola.


Nei primi anni ’90 si stabilì nella sua villa “Porompompero” (così chiamata in onore del titolo della sua canzone più famosa) a Benidorm (Alicante). Girò più di venti film, tre dei quali entrarono nella top ten delle classifiche in Spagna; più di ottanta le incisioni famose, di cui 24 “disco d’oro e di platino” . L’etichetta Belter gli ha consegnato 24 medaglie d’oro, ma secondo le vendite, dovrebbero essere oltre 40. La sua canzone più venduta è “Y Viva la Spagna”, che ha venduto 6 milioni di copie di originali (10 milioni in ristampe ufficiali successive). E’ stato l’album più venduto nella storia della musica di Spagna dal 1973 al 1992. Nel 2010, ha reso noto che aveva un cancro del colon-retto, sottoponendosi a una chemioterapia per rallentare la malattia. Nonostante questo, continua il tour con tre spettacoli: il primo De Manolo a Escobar, dove interpreta tutti i successi della sua lunga e gloriosa carriera; il secondo “Manolo Escobar e la sua Banda Cittadina”, dove canta le sue canzoni con la banda del posto in cui opera , e “Gala”, con i suoi orchestrali abituali.
In Italia col termine “Escobarito” ebbe un grande successo il cantante Armando De Razza, che lanciato da Renzo Arbore nel 1989, parodiava Julio Iglesias, imitandolo con canzoni “a doppio senso”, come: “Esperanza D’Escobar” e “Vamos ad Escobar”.

Pin It

One thought on “Manolo Escobar cantante-attore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *