Mario Cirillo “piccolino”

Scugnizzi: Antonio e Mario CirilloSembra un paradosso usare per Mario Cirillo (Chef) il termine “piccolino”; lui che quasi mai in 50 anni (li compirà il 13 aprile 2011) è sceso sotto il quintale e mezzo. Mio nipote Mario, figlio di mia sorella Nunzia (buonanima) è stato sempre una buona forchetta, basti pensare che al mattino, prima di andare a scuola, si faceva riscaldare, tempo permettendo, 3/4 “sasicchie e vruocchele” (per i napoletani “sasicce ‘e friarielli”) della sera precedente (quando rimanevano), come prima colazione. A parte, nella cartella, si faceva preparare una pagnotta con un paio di “braciole” (per i leghisti “involtini”) e patate fritte, per evitare un collasso da fame a metà giornata. Desidero dedicargli questo piccolo spazio, con foto d’epoca, di quando ancora “piccolino” già veniva denominato “Mario ‘o chiattone”.

Vincitore per 2 edizioni della manifestazione “Mister Ciccione”, che si tiene ogni anno in quel di Forcoli. Ha partecipato a diverse edizioni, come ospite, della “Vita in diretta”; a “Ciao Darwin” condotta da Paolo Bonolis e una indimenticabile apparizione nel film di Massimo Ceccherini “La mia vita a stelle e strisce” nel 2003. Esperto lottologo e competentissimo di ippica. Modello per l’abbigliamento “taglie forti Emanuel”, lo vediamo spesso su gigantografie pubblicitarie nella Capitale. Il suo forte rimane sempre l’arte “culinaria”, passione e professione che esercita da oltre 35 anni; a lui si affidano in tanti, per particolari buffet cerimoniali, sicuri di ottenere risultati prestigiosi. Mio nipote Mario, da sempre impegnato nel volontariato, è un uomo “grosso” con un cuore “grande”.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *