MAURO TROTTA, madonnaro? No Artista !!!

Intervistato da Carlo Casale
foto-mauro-trotta
Mauro, io credo che hai frequentato scuole d’arte, ebbene, quando hai iniziato?
Le prime esperienze espositive e i primi premi risalgono agli anni ‘90, dopo il liceo artistico e alcuni mesi di esperienza e collaborazione con lo studio di fumetti di Alberto Giolitti in Roma.
Avrai ottenuto consensi in quel periodo?
Si, diversi per la verità; proprio in quel periodo ricevetti il premio Natale arte di Agropoli (1991), il premio Duomo di Salerno (1992), il Premio Città di Cava (1993, tra i vincitori), e poi le personali di pittura tra cui la mostra personale al centro il Duomo di Salerno presentata da Gabriele d’Alma, grande pittore, nonché illustratore per manifesti di film e caricaturista.
Tu sei di origine cilentana, giusto?
Infatti, diverse sono le esposizioni personali ad Agropoli ed Acciaroli fino al 1995.
Non mi sono però limitato al territorio di provenienza, anzi, sono numerose le esposizioni collettive tra Napoli, Salerno, Potenza e immancabilmente nel Cilento, dove sono nato e ritorno per i fine settimana. Negli ultimi anni ci sono state: la prima Triennale di Roma, la Biennale di Salerno, mostre a Bologna,vari premi in tutt’Italia e opere per l’estero.

Dal tuo blog vedo tanti murales, fai anche questo?
La passione per il murales nasce nel 1992 , il primo murales eseguito a Satriano di Lucania inizia una lunga serie ininterrotta fino a oggi con una quarantina di murales tra Satriano di Lucania (PZ), Sant’Angelo le Fratte (PZ), Saludecio (RN), Piano Vetrale (SA) , Cecchina (Roma), San Valentino Torio (SA) etc, molti dei quali ripresi in vari servizi Rai e visibili sul web; oltre a numerose pubblicazioni sui Borghi Dipinti.
Tieni personalmente a quadri particolari?
Importanti ritratti eseguiti e consegnati a personaggi di rilievo tra cui Oscar Luigi Scalfaro nel 1998, Donatella Bianchi, Paola Saluzzi, Massimo Cacciari.
La tua opera è ristretta a ritratti e gessetti?
Nel 1998 iniziai il lavoro di decorazione su ceramica, assunto dal centro la Tenda nel laboratorio di ceramica di Siano, successivamente per Salvatore Falcone di Cava de’ Tirreni, poi Vietri sul Mare e infine contribuendo a creare Frapio Arteceramica, laboratorio specializzato nella realizzazione di piastre ceramiche di grande formato e alto pregio artistico di Castel S. Giorgio.
Nella foto, vedo un bellissimo quadro, chi è il soggetto?
E’ la sirena Leucosia, una mostra a palazzo Genovese di Salerno.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *