Mercato S. Severino “La storia”

Aniello Penna detto “Mastanello” in azione come mangiafuoco
Tanti sono i sanseverinesi che mi contattano da tutta Italia per avere notizie di Tizio e Caio; molto ricorrente è la frase ” Carlo, ti ricordi di…”, ebbene ora dedicherò a questi nostri nostalgici compaesani alcune foto di personaggi sanseverinesi che, a ragione, vanno definiti ” Storici “. Chi non ricorda la mitica frase ” portabagagli “, pronunciata negli anni ’50 dal famoso personaggio ” Mastanello “, al secolo Aniello Penna, assiduo frequentatore con tutta la numerosa famiglia al seguito, del Cinema Albano?. Circense mancato per un fallito salto triplo mal riuscito al Circo Zavatta & Pellegrino; infatti, risultò fatale l’ultimo giro, che divenne mezzo giro ed il povero Mastanello si ritrovò spiaccicato con la faccia a terra ed il naso fratturato. Ritentò, come mangiatore di fuoco con alterna fortuna, mettendo a repentaglio, ad ogni rischiosa esibizione, la sua personale incolumità e quella del numeroso pubblico presente, che ogni sera chiedeva l’intervento dei Vigili del fuoco.

La foto ritrae il nostro amato ed indimenticabile Mastanello in Piazza Garibaldi di Mercato S. Severino il 17 gennaio 1978, ore 20,00. Altro personaggio storico:Don Vittorio Mosca sulla mitica bicicletta “Rotense” Don Vittorio Mosca, che ricordiamo per il rituale di preparazione prima di cavalcare la sua inseparabile “Rotense”; mollette (quelle per stendere i panni) alle pieghe dei pantaloni; accuratamente poneva un coprisedile di plastica e stoffa per evitare di sudare o sporcare i pantaloni e a completamento di questa delicata e meticolosa operazione poneva un fazzoletto bianco tra il collo ed il Totonno ‘o molaforbice (arrotino).colletto della camicia, per proteggerla dalle macchie di sudore. Questa foto risale al maggio del 1978, ed è dell’amico Peppe Esposito che gentilmente mi ha concesso di pubblicarla. Con piacere pubblico altre foto (a colori), di Totonno ‘o molaforbice, ritratto col suo attrezzo di lavoro davanti alla boutique di Donna Sofia ( Zufiella).

Pin It

One thought on “Mercato S. Severino “La storia”

  1. marilena penna 28 giugno 2014 al 14:04 -

    Grazie per questo bellissimo articolo dedicato alla storia di Mercato San Severino,spesso mi diverto a rileggere questo articolo dove posso vedere la foto di mio nonno che adoro ancora grazie da parte di tutti noi Penna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *