Milena Cantù (La ragazza del clan)

Extended play spagnolo di Adriano Celentano e La Ragazza del Clan “Milena Cantù”Back copertina del disco spagnolo di Celentano e La Ragazza del Clan
Milena Cantù, milanese oggi sessantacinquenne, iniziò la sua carriera artistica nel 1964, incidendo col Clan Celentano ” Eh! Già”, una cover del 1963 ” He is the boy” di Little Eva. Milena Cantù in quel periodo era fidanzata con Adriano Celentano. Ricordo che negli anni 1964/65 il mitico “molleggiato” creò una sorta di mistero attorno al personaggio “La Ragazza del Clan”, certamente per aumentarne la curiosità; infatti, nelle rare apparizioni televisive, veniva ripresa, volutamente, in un alone di fumo, riuscendo così a tenerla celata agli occhi del pubblico indiscreto. Io credo che ciò fosse dovuto al fatto che in caso di successo, per non subire richieste onerose, Adriano avrebbe potuto sostituire facilmente il personaggio con un altro simile nell’aspetto e nella voce.Facciata A del disco spagnolo di Celentano e La Ragazza del Clan Facciata B del disco spagnolo di Celentano e La Ragazza del ClanTutto questo avvenne puntualmente nel 1967, quando per l’appunto, La Ragazza del Clan cominciò a scalare le classifiche dei dischi più venduti e pretese uno spazio più consono al personaggio, la dirigenza del Clan non accettò e tutto finì con la risoluzione del contratto.

Molti sospettano un po’ di gelosia da parte del “Capo” Adriano Celentano, poichè Milena si era innamorata di Fausto Leali, che sposerà nel 1968. Immediato il passaggio alla casa discografica di Fausto: la RiFi Record di Milano, dove incide il disco a 45 giri “Conoscevo un re”… ogni riferimento è (forse) puramente casuale, nella facciata B “Un minuto e non di più”. Il clan nel 1999 ha ristampato in picture disc, cioè colorato, il successo internazionale del 1966 “Bang bang” cantato dalla Ragazza del Clan (catalogato come disco raro). Ora vi parlerò del disco in oggetto; è un Extended play pubblicato in Spagna nel 1964 su etichetta Vergara di Barcellona, contenente i seguenti 4 brani:
1) Eh!, già… (lasciami entrare) di Goffin, Ervin e Don Backy
2) Ogni sera al tram di Mann, Appel e Mogol, cantati da Adriano Celentano, La Ragazza del Clan & I Ribelli
3) Mama che caldo di Detto, Don Backy
4) Io che giro il mondo, cover della rara “I think I’m gonna like it here” del 1954 cantata da Elvis Presley, di Don Robertson (sul disco è menzionato erroneamente come Roberston), Blair, Beretta e Don Backy, questi ultimi 2 brani cantati da Don Backy & I Fuggiaschi. Per dovere di cronaca e precisione questo EP fu stampato, sempre nel 1964 in Francia, con i seguenti titoli: 1) Il problema più importante, 2) E’ inutile davvero, cantati da Adriano Celentano, mentre il 3° e 4° brano erano “Eh! già” e “Ogni sera al tram”. Infine ringrazio l’amico espositore Pedozzi per avermi regalato questo bellissimo Extended Play.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *