Paese che vai, usanza che trovi.

municipioPaese che vai, usanza che trovi.
Questo proverbio spiega il modo di sapersi adattare alle usanze diverse da quelle dei luoghi della propria origine.
Faccio degli esempi:
A Mercato S. Severino si parcheggia negli spazi contrassegnati dalla striscia blu a pagamento, inserendo, se hai spiccioli, un’offerta a piacere nel parchimetro (offertorio); i commercianti, al contrario, possono bivaccare negli stalli a pagamento sul Corso Diaz (principale) dalla mattina alla sera, senza alcun problema.
Vero è, che impossibilitati a trovare parcheggio, tutti sono costretti ad occupare gli spazi riservati ai pochi avventori che ancora si recano nel centro cittadino per effettuare acquisti.
Aggiungo che, da ex commerciante e attuale cittadino sanseverinese, la tariffa di € 2,00 l’ora è esagerata e…ridicola. Perchè ridicola? Perchè non controlla nessuno, e nessuno (giustamente) contribuisce a far pervenire introiti nelle casse comunali.
Molti intervistati la pensano come il sottoscritto: una tariffa di 0,50 centesimi ogni mezz’ora (NO € 1,00 l’ora), favorirebbe l’ economico esborso, ed il Comune potrebbe incassare centinaia di migliaia di euro; ovviamente dopo aver provveduto all’assunzione di personale QUALIFICATO.
Qui di seguito una serie di cartoline d’epoca, che faranno rivivere ricordi di quando “si stava meglio, quando si stava peggio…di oggi”.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *