Paolo Brasola, Paolo Dani, Zio Dany, El Dany, Mr. Castle & The Texas Music Orchestra.

1° disco a 45 giri di Paolo Dani per la JollyPaolo Brasola, Paolo Dani, Zio Dany, El Dany e Mr. Castle fanno parte della storia musicale di un unico personaggio; qui di seguito una piccolissima biografia della sua infinita avventura o meglio disavventura.
Paolo Brasola, nato a Padova il 24 maggio 1944, firmò il primo contratto discografico con la SAAR Record di Milano nel 1963, incidendo, col nome d’arte Paolo Dani, 3 dischi a 45 giri con l’etichetta Jolly: 1) Judy/Un twist per te J 20208 (pubblicato nel settembre del 1963), ottenendo un discreto risultato di vendita, circa 10.000 copie; 2) Il nostro primo bacio/Il nascondiglio J 20226 (pubblicato a marzo del 1964); 3) Farai i conti con me/Cerco l’amore J 20257 (pubblicato a settembre 1964).

Arrivò giovanissimo a Milano, dove frequentò l’istituto tecnico per ragionieri, che dopo poco lasciò per dedicarsi alla musica. Alla Casa Discografica milanese conobbe gli astri nascenti di quel periodo: Nicola Di Bari, Fausto Leali, Remo Germani, Tony Dallara, Adriano Celentano, Peppino Gagliardi, Luigi Tenco etc. Dopo l’esperienza fatta come cantante intraprese una collaborazione con Sandro Celentano, il fratello di Adriano, arricchendo la sua esperienza nel settore produzione ed edizioni musicali. Dopo tre anni di tirocinio, a soli 30 anni, aprì in Galleria del Corso N.4, la Texas Music edizioni musicali. Nel 1975, viste le difficoltà che incontrava come cantante, decise di dedicarsi alla diffusione di artisti tramite Radio City da lui fondata. E’ da lì che partì il personaggio Zio Dany, che con un programma chiamato “Bazar Music”, dedicato alle mamme e ai bambini, rallegrava questi “speciali” radioascoltatori. La crisi stava per arrivare anche nel settore Radio private ed in seguito si registrarono alti e bassi, causati in parte dall’arrivo dei grandi Network; infatti Paolo Brasola accantonato la possibilità di dare continuità a questa attività dell’etere, pur componendo canzoni e jingles pubblicitari, fu costretto a desistere per mancanza di sufficienti introiti. Radio City dopo 15 anni di attività venne ceduta alla Società CNR, noto marchio di registratori di cassa, che diventò nel 1990 Channel News Radio. Con i soldi ricavati dalla vendita della radio, Paolo Brasola decise di ritornare alla musica, la sua innata passione. Così, trasferitosi a Madrid, fondò l’etichetta discografica Arena Music; ottenne ancora risultati negativi, per la crisi della musica (anche in Spagna), e costretto a chiudere l’attività nel giugno 2008. Paolo Brasola non si arrese, tanto era viva la sua forte passione per la musica, infatti rientrò in Italia e con tutto il capitale disponibile creò a Bologna una nuova etichetta, la Marina Record. La crisi economica non perdona, e Paolo allo stremo, tentò l’ultima carta, offrendo con un gesto di grande generosità e caparbietà, un suo personale organo vitale alla cantante Natalie Cole (figlia del grande Nat King Cole) che si trovava in ospedale e cercava un donatore di rene. Paolo Brasola contattò via email la casa discografica della cantante offrendo, dietro compenso, un suo rene. Per lui un unico pensiero era maturato nella mente: Con il compenso che deriverà dal trapianto, potrà pagare l’affitto arretrato, evitando lo sfratto della sua impresa; il restante denaro sarà devoluto in beneficenza per i bambini poveri del Sudan. Al “Grande” Paolo Brasola o Paolo Dany o Zio Dany o El Dany o Mr. Castle tutta la stima per chi ha anteposto la musica alla sua stessa vita.

Pin It

3 thoughts on “Paolo Brasola, Paolo Dani, Zio Dany, El Dany, Mr. Castle & The Texas Music Orchestra.

  1. Ciao!..sono un vecchio amico strettissimo di Paolo Brasola, ma ho perso ogni contatto di lui. Hai sue notizie?
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *