Rapper italiano alla ribalta: EFSINAIN

samuel-fotoLui è Samuele Di Nardo, in arte Efsinain, nato a Milano il 30 ottobre del 2000.
I genitori di origini meridionali si sono trasferiti al nord per lavoro ed ora abitano a Monza da quasi dodici anni.
Efsinain inizia ad avere confidenza col mondo della musica già a quattro anni; la mamma lo iscrive ad un corso preparativo per pianoforte, strumento che Samuele tuttora continua a suonare.
I primi accenni del rap gli vengono forniti da alcuni dei suoi compagni di classe, quando aveva otto anni.
Presa la passione per questo genere, iniziò a scrivere canzoni, cantando a piccoli eventi organizzati dal comune, sotto l’aiuto di alcuni Centri Giovani di Monza, in particolare il “CSC”, situato proprio nel quartiere del ragazzo.
Nel 2012, all’età di dodici anni si esibisce per la prima volta su un palco, cantando “Se Fossi” insieme al suo compagno di scuola Axel, che accompagnava Efsinain facendo BeatBox all’evento di “I’m The Voice”, che consiste nella capacità e pratica di riprodurre tutti i suoni di una batteria (percussioni e piatti) ecc., e di altri strumenti attraverso l’utilizzo della bocca e della voce.


Viene chiamato beatboxer colui il quale utilizza la tecnica del beatboxing.
All’età di tredici anni, incide il suo primo singolo, chiamato “Il Fiore Che Fa Male”, registrato proprio nel CSC insieme a Jtr. Nel 2014 esce “Protesta Mixtape”, il primo demo dell’artista, con ben quindici tracce al suo interno.
Sempre nel 2014 si iscrive al Liceo Musicale di Monza, dove imparerà a suonare il Sassofono, oltre ad affinare le sue tecniche pianistiche. Nonostante l’interesse per i due strumenti, riesce sempre a ricavare del tempo da dedicare al rap; infatti nell’estate del 2015 incide il suo secondo mixtape, intitolato “Senza I Cinque Sensi”.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *