Rarità discografiche vere e presunte.

front-gatti-rossi-sitoHo un disco di 30 anni fa, ben conservato, potrei sapere quanto vale ?
Questa è la domanda che mi viene rivolta ogni giorno dai visitatori del mio blog.
La risposta è semplice e scontata.
Vale tanto, se c’è richiesta, non vale molto, se non interessa a collezionisti ” incalliti “.
Prima di tutto bisogna sapere le condizioni del supporto in vinile, mettendo al primo posto l’usura della copertina, per poi passare al contenuto.
La cosa saggia da fare è sottoporre i dischi posseduti agli espositori partecipanti alle fiere del settore.
Di solito chi è interessato si pronuncerà negativamente al probabile acquisto, offrendo subito dopo una cifra puramente amichevole; questa è la certezza che i tuoi supporti discografici, siano essi LP – 45 giri, hanno una buona valutazione.

Se ti sarà proposto l’acquisto di solo qualche disco, ebbene avrai ricevuto ” gratuitamente ” una indicazione riferita ad una ” rarità “.
Quando i tuoi vinili sono effettivamente comuni, e non destano l’interesse di nessuno lo capirai dal fatto che chi li ha visionati non ti girerà intorno per nessun motivo; al contrario se ti ” marca stretto ” tu allontanati e fai in modo da far capire che non li vendi, se non ad un prezzo giusto.lotto1

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *