RARITA’ NUMISMATICA 10 centesimi rame 1919.

10-centesimi-rameQuesta moneta di rame insieme ad altre di nichelio era l’oggetto che allietava i nostri giochi agli inizi degli anni ’50.
Ricordo che queste monete, non più spendibili, ce ne ritrovavamo tantissime in casa, di solito contenute nella scatola dei bottoni.
Spiccioli che nel nostro gergo infantile venivano definite “ ‘e quatte sorde” (quattro soldi). Si giocava prevalentemente “azzeccà e piglià; il gioco consisteva nel lanciare una di queste monetine verso un muretto o una pietra e chi più vicino l’accostava, s’impossessava di tutte le altre. In alternativa si giocava, sempre con le stesse monetine a “capo e croce”, ossia, bisognava indovinare se la moneta, una volta lanciata in aria e tenuta sotto il palmo della mano, era rivolta verso l’alto con la testa del Re Vittorio Emanuele III, quindi “capo”, oppure col rovescio e quindi “croce”.
Tra le tantissime monetine, servite per i nostri passatempi infantili, ce n’era una di notevole valore numismatico, esattamente il 10 centesimi di rame del 1919.
Questa moneta del peso di gr.5,40 con un diametro di cm.2,25, contorno liscio, fu coniata dal 1919 fino al 1937; quasi tutti gli anni sono da ritenersi di valore comune, ad eccezione di quella del 1919, che in base allo stato di conservazione può valere da € 100 fino a 200 euro.

La moneta presenta al dritto: la testa nuda di Vittorio Emanuele III, Re d’Italia, sotto il collo, il nome dell’autore “A. Motti”.
Nel rovescio: un’ape su un fiore; alla sinistra il segno della zecca; nel basso, la data, il valore c.10, e lungo il bordo, il nome dell’incisore “R. Brozzi”.10centesimi
La suddetta moneta venne autorizzata con Regio Decreto il 4 settembre 1919, N. 1618.
Contemporaneamente alle monete coniate nella zecca di Roma nel 1936 e 1937 (ultimi anni di coniazione per questo valore) , vennero messe in circolazione anche le nuove monete da 10 cent., dette “Imperiali”.
Si richiede molta prudenza per la moneta da 10 cent. del 1919, in quanto i falsari hanno immesso sul mercato molte riproduzioni, e quindi soggetto a tentativo di truffa.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *