Rarità numismatiche: la 2 lire del 1958

2lireQuesta monetina recante sul dritto un’ape e il contorno Repubblica Italiana, sul rovescio un ramo d’ulivo con la cifra del valore, cioè 2 in alto a sinistra più la R dell’incisore (Romagnoli), fu coniata dalla zecca per la prima volta nel 1953 in 4 milioni e centoventicinquemila pezzi; nel 1954 ci fu la coniazione più alta, che raggiunse la iperbolica quantità di 22 milioni e mezzo di pezzi, valore massimo d’acquisto € 1,00.
Nel 1958, stranamente, ne furono coniate SOLO 125.000 pezzi, talmente pochi che subito venne collocata tra le rarità numismatiche col segno R2 (cioè rara due volte); pertanto il valore stimato fu, già negli anni ’60, intorno alle 200.000 lire.

Attualmente, sempre classificandola nei vari stati di conservazione, la monetina viene ceduta tra € 70,00 (sciupata) e € 500,00 (nuova). Per questa monetina se ne consiglia sempre l’acquisto certificato (punzonato) presso venditori che rilasciano la garanzia dell’originalità, in quanto, data l’alta valutazione si può incorrere nell’acquisto di un falso; infatti, oggi con l’avvento del laser è possibile trasformare la data 1955 (comune) in 1956.
La coniazione della suddetta monetina di 0,80 gr. e di 18,30 mm. terminò nel 1959, anche se nel 1968/69/70 ne furono emessi esemplari in confezione di serie complete di quegli anni riservate ai collezionisti numismatici.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *