Roberto Satti in arte Bobby Solo * Una lacrima sul viso.

bobby-soloEra il 30 gennaio del 1964 quando Bobby Solo deve cantare dal vivo al 14° Festival di Sanremo il suo brano “Una lacrima sul viso”. Al mattino si sveglia e si accorge che non riesce ad esercitare vocalizzi limpidi alla sua voce … un disastro.
Colpito da tracheite; in effetti aveva trascorso le serate precedenti il festival con gli amici Little Tony e Gino Paoli nel night-club il Capo Nero, dandosi alla pazza gioia incontrollata del momento, incurante della serata freddina di gennaio.

Si profilava il fallimento dei progetti costruiti per Bobby Solo; ci pensò Micocci, il quale pensò che l’unico modo per portare avanti l’inconveniente sollevato dall’abbassamento di voce era l’interpretazione dal vivo, su una base registrata in anticipo.
Bobby Solo interpretò “Una lacrima sul viso”, curandosi dell’acustica perfetta, anche se, per regolamento non veniva classificato, ma relegato all’ultimo posto.
Il risultato finale: 1° in classifica nelle vendite discografiche, milioni di copie vendute, e quel banale abbassamento di voce gli valse in seguito una carriera straordinaria. Non tutti i mali vengono per nuocere.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *