Sceriffi e indiani a Mercato S. Severino.

carnevaleQuesta foto risale ad un carnevale di 60 anni fa, organizzato tra amici d’epoca  a Mercato S. Severino.
Non si spendeva un centesimo per le maschere e i vestiti.
I cappelli di cartone erano quelli sponsorizzati dall’Algida, che ci regalavano i gestori dei bar locali; le pistole autocostruite in legno col grilletto a molla, avevano nella parte superiore, che faceva esplodere i colpi, una molletta di legno (tipica per stendere i panni); i colpi erano confezionati a strisce su carta, antenato delle strisce in plastica “supermatic” e “superbum” degli anni ’60/’70, prodotti dalla EDISON giocattoli, la quale fabbricava anche pistole simili alle originali, con obbligo di tappino rosso per indicare che trattavasi di una innocua pistola giocattolo.

Baffi e barbe finte si applicavamo col nero dei carboni o col nero di carta bruciata; mascherine sugli occhi per renderci irriconoscibili (tentativo inutile e impossibile).
I nomi degli amici nella foto: da sin.: Mario Santoro, Antonio Marzano, Salvatore Casale, Teobaldo Gentile, Francesco Rinaldi, Aldo Loria, Michele Montefusco, Silverio Napoli, Carlo Casale, Vincenzo Pellegrino e Carmine Trotta. L’unico che non son riuscito ad identificare e l’amico col volto nero tra Salvatore (mio fratello) e “Balduccio”.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *