Sergio Bruni “Le canzoni del 1966 1967 e 1968”

L'oro di Napoli: Diego Maradona e Sergio Bruni

Ultimi dischi a 45 giri incisi da Sergio Bruni con “La Voce del Padrone” nel 1966/67/68. In Italia c’è un’invasione di artisti stranieri che cantano un italiano maccheronico, risultato gradito agli ascoltatori di musica, vedi Antoine a Sanremo con “Pietre” nel 1967 e “La tramontana” nel 1968.
Per gli artisti partenopei l’unica possibilità che hanno di restare sull’onda del successo è quella che gli offre il Festival di Napoli. Sergio Bruni lo vince nel 1966 con “Bella” in coppia con Robertino e va in finale con una delle più belle canzoni napoletane: “Scriveme” di R. Murolo e R. Forlani, interpretata in coppia con Peppino Gagliardi (versione ineguagliabile). Nel 1967 Sergio Bruni decide di fare l’autore ed insieme a Grotta presentano “Mia” che canta in coppia con Robertino, senza ottenere grandi consensi. Ottiene, però, la piazza d’onore con Domenico Modugno cantando “‘O vesuvio”. Salvatore Palomba (autore delle più belle canzoni di Bruni), questa volta scrive col M.ro E. Alfieri un pezzo allegro per Nino Taranto:” ‘O matusa” che gli vale il 1° posto, l’altra versione è affidata a “I Balordi” (disco raro e molto richiesto).
“Core spezzato” cantata da Mirna Doris e Tony Astarita vince il Festival di Napoli del 1968; Sergio Bruni insiste con Grotta nel comporre canzoni che, purtroppo, non incontreranno il favore del pubblico e questo è il caso di “Serenata azzurra” che non entrerà in finale; infine pur ottenendo il 2° posto con Maria Paris, interpretando un brano di De Crescenzo e A.

Alfieri, dal titolo (premonitore) “Bandiera bianca”, Sergio Bruni dichiara la resa incondizionata nei confronti de “La Voce del Padrone”. Desidero ricordare che di Sergio Bruni, dal 1960 al 1968 sono state pubblicate riedizioni da 78 giri e 45 giri degli anni precedenti e che questa discografia continuerà con l’anno 1970, riguardante le incisioni effettuate per altre Case discografiche. Tutti i dettagli e i particolari li potrete leggere sul libro edito da Magmata, scritto da Salvatore Palomba.

Pin It

2 thoughts on “Sergio Bruni “Le canzoni del 1966 1967 e 1968”

  1. Carlo: per me questa mìtica fotografia di Bruni e il Diego toglie di mezzo quasi 10000 chilometri, una vera e propria bellezza! Ci sono insieme la voce e… “le gambe” di Napoli!
    Puoi aggiungere in che anno è stata scattata?
    Complimenti per il sito e cordialissimi saluti oltreoceano.
    Giancarlo, da Buenos Aires, Argentina

  2. Signor Casale le volevo chiedere una grande gentilezza se mi puo inviare la canzone –Prima ca tu nascive– La ringrazio anticipatamente. E saluti a Domenico Esposito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *