“Una spina e una rosa” Ricordi di Tony Del Monaco

45 giri "Una spina e una rosa"Tony Del Monaco ci lasciò il 29 maggio del 1993 a soli 57 anni e desidero ricordarlo per le belle canzoni che interpretò nel periodo di maggior successo, che va dal 1965 al 1970. Aveva iniziato con la RCA Italiana nel 1959, ma la canzone che ne determinò il grande successo la incise nel 1965 con la CGD “Vita mia”, cover del brano di Teddy Randazzo del 1961 “One more chance”; con la stessa etichetta discografica incise: “Se la vita è così” (1966), “E’ più forte di me” (1967), canzone con la quale partecipò al Festival di Sanremo di quell’anno, in coppia con Betty Curtis; nel 1968 sempre al Festival di Sanremo avvenne la consacrazione di artista affermato per l’eccezionale successo del brano presentato in coppia con Dionne Warwick: “La voce del silenzio”. Dopo una battuta d’arresto, passato alla Ricordi alla fine del 1968, riesplose il successo al Festival di Sanremo del 1969 (3° per lui), cantando “Un’ora fa”, in coppia con Fausto Leali, verso il quale il pubblico dedicò maggior attenzione.

Nel 1969 ritornò in classifica dei dischi più venduti con “Una spina e una rosa”, motivo molto accattivante, che ricalcava la ritmica musicale del successo mondiale “Delilah” di Tom Jones, dell’anno precedente. La sua quarta partecipazione al Festival di Sanremo del 1970, con la canzone “Serenata”, interpretata in coppia con Claudio Villa, non gli consentì l’ingresso in finale ed in seguito neanche il ritorno al successo. Infine desidero ricordare che era l’autore del brano “L’ultima occasione” di Fontana-Del Monaco-Meccia, inciso da Mina nel 1965, incluso nell’album “Studio uno”, da Tom Jones e dallo stesso Jimmy Fontana.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *