Collezionare “Palle di vetro”

Carlo Casale con Giovanni Picarella
Da bambino rimasi affascinato dalle mitiche “palle di vetro“, mi piaceva capovolgerle per vedere l’effetto neve roteare all’interno per poi depositarsi sul fondo. Le rovesciavo tante volte consecutivamente, attratto da questo movimento rallentato. Mai le ho fatte maneggiare da chicchessia, per paura che nel farle “girare” me le potevano “rompere”.
I miei conoscenti sanno di questo mio strano hobby e puntualmente me ne fanno pervenire qualcuna dai posti di villeggiatura dove è possibile acquistarle. La penultima ricevuta mi è stata regalata dall’amico Mimì Fimiani; trattasi di una palla di vetro del Casinò di Las Vegas (Nevada), nella quale sono contenute: stelline e note musicali colorate, più dollari dorati in miniatura.
L’ultima mi è  stata regalata dall’amico Giovanni Picarella (militare in missione di pace) ed è una meravigliosa palla di vetro di Brussels. La mia collezione è giunta alla impossibile catalogazione di oltre 2000 esemplari, che spero venga conservata dai miei nipotini. Se questo non sarà possibile…beh!!! continuate a romperle.