Gene Pitney

gene pitney
Gene Pitney (nome completo Gene Pitney Francis Alan Pitney), nato il 17 febbraio del 1941 e morto il 5 aprile del 2006.
Cantautore americano famoso in Italia per le diverse partecipazioni al Festival di San Remo: 1964 canta in coppia con Little Tony (il ragazzo col ciuffo ) “Quando vedrai la mia ragazza “.
Nel 1965 canta in coppia con Nicola di Bari ” amici miei ” e con Iva Zanicchi “ i tuoi anni più belli “; 1966 in coppia con Caterina Caselli ( casco d’oro ) canta ” nessuno mi può giudicare “; 1967 canta in coppia con Gianni Pettinati ” la rivoluzione “.
Gene Pitney era nato ad Hartford nel Connecticut.
Vive i primi anni in quel di Rockville un quartiere periferico del Vernon.
Frequenta gli studi al ” Rockville High School ” dove insieme ad amici forma il primo complesso musicale chiamato ” Gene & the Genials “.
Nel 1961 realizza il primo singolo dal titolo ” ( I wanna ) love my life away “. Di lì a poco ottiene il Golden Globe Award col brano ” Town without pity ” come migliore colonna sonora da film.
Gene Pitney, da allora, diviene famoso in tutto il mondo e scrive canzoni anche per altri; He’s a rebel per The Crystals & Vikki Carr; Today’s teardrops per Roy Orbison ; Rubber ball per Bobby Vee , Hello Mary Lou cantata in versione originale da Ricky Nelson e reinterpretata in italiano da Adriano Celentano per l’etichetta Jolly distribuita dalla SAAR records srl di Milano è ancora oggi richiesta su Radio 105, Radio DJ , Radio Onda libera , RDI , Radio Club 91 ecc..
Ma tornando al mercato italiano ci piace ricordare quest’artista geniale e simpatico per il suo delizioso accento italo – americano che contraddistingueva i vari Lou Monte , Louis Prima , Connie Francis , Paul Anka , Neil Sedaka, Dean Martin , Jerry Vale e tanti altri .
Una voce stridente, quasi da urlatore, ma al momento stesso melodica ed accattivante .
I cultori della bella musica lo ricordano per la favolosa interpretazione di ” E se domani ” grande successo di Mina ( la tigre di Cremona ) che oggi possiamo riascoltare in versione night da Renzo Arbore nella sigla televisiva del programma ” Meno siamo e meglio stiamo ” ribattezzata col titolo ” I know it’s over “.
A lato l’immagine del CD pubblicato dalla Castle che in pochi hanno la fortuna di possedere.
Esistono anche sporadiche pubblicazioni di sue canzoni in italiano in cassette e LP.
Qui di seguito l’elenco delle 39 canzoni che siamo riusciti a reperire:

Discografia italiana di Gene Pitney

gene pitney

01) Nessuno mi può giudicare
02 ) E quando viene la notte
03 ) Città spietata
04) I tuoi anni più belli
05 ) Innamorata
06 ) Lei mi aspetta
07 ) Amici miei
08 ) Che sarà di me
09 ) Un soldino
10 ) Con te verso l’amore
11 ) Vorrei capire perché
12 ) La spia
13 ) Ritorna
14 ) La rivoluzione
15 ) Uomo non sai
16 ) Johnny lo svelto
17 ) Oh ! cara
18 ) Blue Gene
19 ) Corro da te
20 ) Quando vedrai la mia ragazza
21 ) Non lasciamoci
22 ) E se domani
23 ) A poche ore da te
24 ) Faccia sporca
25 ) Resta sempre accanto a me
26 )Le foglie morte
27 ) La ragazza come te
28 ) Sarò forte
29 ) Verrò
30 ) Non tornare
31 ) A nome mio
32 ) Chi vede te
33 ) Quando ti lascia l’amore
34 ) Amico ascoltami
35 ) Quella che sa piangere
36 ) Guardami alle spalle
37 ) H a qualcosa più di te
38 ) Ragazza nel cuore
39 ) Amare per vivere.

Gene Pitney muore il 5 aprile 2006, durante un suo tour nel Galles ( Regno Unito )
All’ Hotel Hilton di Cardiff e l’ autopsia ne conferma il decesso per cause naturali.
Il suo Show finale al St. David ‘ s Hall era terminato con una lunga ” Standing ovation ” che ancora riecheggia nei nostri cuori.

*copertina di una virtuale discografia completa del cantante Gene Pitney