Il “Rito” e il “Mito”: ‘A scarpetta

Tonino Ansalone detto "Jimmy" in...Il Mito e Il Rito.Non so esattamente l’origine, ne quanto sia poco elegante fare la scarpetta alla fine di un piatto di spaghetti al pomodoro. ‘A scarpetta, è cosi definita la pulitura del piatto fatta con un pezzo di pane, tenuto tra le dita. L’espressione è certamente di origine meridionale, dove sicuramente si fa più uso di salsa di pomodoro e quindi automaticamente anche più usata. Quando e con chi è concesso fare la scarpetta?. Io credo che in un pranzo tra familiari ed amici è solito farlo, ma se a tavola vi sono persone o ospiti di riguardo in tanti si astengono dal farlo. Non fare la scarpetta, secondo me, è un’offesa al cuoco; farla è una gratificazione e un voto alla qualità. Non farlo è un pò come quando ti cade l’ultimo pezzo di pane condito con l’olio; paradossalmente lo paragono ad un rigore sbagliato; in effetti è il completamento soddisfacente del piacere di mangiare con gusto. Nella foto il “mitico” Jimmy, nell’espletare correttamente la pratica del “rito”… ‘a scarpetta. Per vedere bene la foto, cliccateci sopra.