Rigori sacrosanti.

Carlo con Fabio Cannavaro ed Alfonso nel negozio CoCain

Non c’è cosa peggiore che parlare ai sordi. Zalayeta non ha simulato la caduta in area, ma ha sportivamente evitato, rischiando l’osso del collo, di colpire l’ex compagno di squadra, il più grande portiere del mondo,  Buffon. I giornalisti fanno il loro mestiere, ma dubito che qualcuno di loro abbia mai dato un calcio ad un pallone. Il rigore è sacrosanto perchè, come da regolamento, si punisce l’intenzionalità e Buffon entrando con i piedi avanti su Zalayeta, che lo aveva anticipato nettamente, ha messo in condizione il bravissimo arbitro Bergonzi a decretarne un rigore sacrosanto. Roberto Baggio, fuoriclasse del calcio italianoIl rigore su Lavezzi è nettissimo in quanto Il difensore della Juve Chiellini vero è che tocca il pallone, ma pianta a terra la gamba senza ritrarla, impedendo al fuoriclasse del Napoli di poterlo superare senza incorrere nel fallo da rigore NETTO. La moviola è la causa di tutti i mali del calcio, in quanto non da la reale visione che un arbitro riceve in un centesimo di secondo. Ditemi quando mai un fuorigioco è stato dichiarato tale dopo che le televisioni lo hanno fatto visionare centinaia di volte, se pur con immagini rallentate…mai. Mi dispiace polemizzare, ma ad un tifoso juventino che ha inveito nei miei confronti strillando “solo con un arbitro compiacente potevate vincere questa partita” ho dovuto, mio malgrado, fargli notare che senza arbitri compiacenti la sua squadra non avrebbe ancora vinto il primo scudetto…………e chest’è.